Galuppini stende la Pistoiese, il Renate torna secondo!

By on 9 Febbraio 2020

 

RENATE – PISTOIESE 1-0

RENATE (3-5-2): Satalino; Marchetti, Damonte, Possenti; Anghileri (28′ st Guglielmotti), Kabashi, Ranieri (46′ st Magli), Rada, Pizzul (46′ st Militari); Galuppini (40′ st Plescia), Sorrentino (28′ st De Sena). A disposizione: Crosta, Baniya, Scaccabarozzi. All. Diana

PISTOIESE (3-5-2): Pisseri; Capellini, Camilleri, Terigi (26′ st Dametto); Ferrarini, Cerretelli (26′ st Spinozzi, 41′ st Cappelluzzo), Vitiello, Bortoletti (26′ st Morachioli), Favale (41′ st Falcone); Valiani, Gucci. A disposizione: Salvalaggio, Mazzarani, Ciccone, Llamas, Spadoni, Tempesti, Cappellini. All. Pancaro

ARBITRO: Sig. Zufferli di Udine (Sig. Cleopazzo – Sig. Matera di Lecce)

RETE: 37′ st Galuppini (R)

NOTE: Giornata mite con cielo coperto, terreno di gioco in buone condizioni. Espulso Morachioli (P) al 50′ st per condotta violenta, ammoniti Ranieri (R), Camilleri, Terigi, Spinozzi (P). Calci d’angolo: 3-3. Recupero: 1′ pt + 6′ st. Spettatori: 250 circa.

MEDA – Il Renate ottiene la terza vittoria casalinga consecutiva e dopo due mesi torna ad occupare la seconda posizione in classifica. Al termine di un’autentica battaglia, i nerazzurri piegano la coriacea Pistoiese grazie ad una splendida marcatura del solito Galuppini, a cui contribuisce in modo significativo De Sena. La solidità difensiva viene conservata ancora una volta, con menzione particolare per Satalino, autore di una parata salva-risultato in pieno recupero. Undicesima affermazione a domicilio per i nerazzurri, che ora possono preparare con massima serenità il super scontro diretto di lunedì prossimo (20:45 con diretta Rai Sport) sul campo della Carrarese.

Dopo due gare in trasferta, le pantere tornano al “Città di Meda” per affrontare la Pistoiese, unica squadra imbattuta nel girone di ritorno – al pari della capolista Monza – e forte di un filotto di nove risultati utili consecutivi. Un match tuttaltro che semplice per Aimo Diana ed il suo staff, visto che gli orange di Pippo Pancaro vantano anche la terza miglior retroguardia del girone A. Finì 0-0 la sfida dell’andata al “Melani”, dove Grbac fallì un penalty proprio nel recupero di una battaglia ad armi pari. Per la gara contro i toscani, il tecnico nerazzurro vara la stessa formazione vista ad Olbia, un 3-5-2 riproposto anche da Pancaro, a maggior ragione dopo il brillante successo di Como firmato Gucci. Solo una variazione in casa Pistoiese: a centrocampo non disponibile Bordin, al suo posto il giovane Cerretelli.

Inizia con il piglio giusto il Renate, che col palleggio prova a trovare varchi all’interno delle maglie arancioni. Al 7′, dopo una fitta rete di scambi, Ranieri col destro non impegna severamente Pisseri, uno degli ex asssieme a Damonte e Guglielmotti. Un paio di minuti dopo i nerazzurri provano a incunearsi con Pizzul, ma sul filtrante per Sorrentino è tempestiva l’uscita bassa di Pisseri. Si vede anche la Pistoiese: minuto 12, lungo lancio dalle retrovie di Capellini, Gucci con un pallonetto prova a punire l’uscita di Satalino, sfera sul fondo per una manciata di centimetri. partita piacevole, senza pause. Al 16′ sono ancora i brianzoli a creare i presupposti per il vantaggio, con Galuppini che pesca Rada, il cui sinistro viene sventato in corner dall’attento Pisseri. Al 22′ altra pregevole manovra del Renate, con Ranieri bravo a verticalizzare per Sorrentino, che preferisce l’extra pass a centro area alla conclusione da posizione leggermente defilata. L’obiettivo della Pistoiese è quella di tenere bassi i ritmi di gioco, ed infatti, prima dell’intervallo, la gara entra in una parabola discendente, spezzata solo dal destro di Galuppini, su cui è ancora presente Pisseri. Meglio le pantere nei primi 45′ di gioco, ma non basta per condurre le operazioni al “Città di Meda”.

Nessuna variazione rispetto ai 22 partenti, anche se sono gli ospiti a uscire più determinati dagli spogliatoi e a creare una palla-gol al 4′. Valiani sgroppa sulla sinistra e scodella al centro dove non arriva Gucci ma Ferrarini, che da posizione favorevole calcia altissimo. Quando la Pistoiese sembra avere in mano l’inerzia del match, il Renate va ad un passo dal vantaggio con una splendida iniziativa di Kabashi, che esplode un sinistro dai 25 metri che scuote il palo alla destra di Pisseri. La conclusione del 25enne meriterebbe maggior fortuna. Si vive di fiammate nella ripresa, nessuna delle due squadre riesce a prendere il sopravvento, ed allora si pesca a piene mani dalla panchina. Prima la Pistoiese con una tripla sostituzione, poi la replica di Diana, che associa De Sena a Galuppini, concedendo una ventina di minuti anche al rientrante Guglielmotti. Ci vorrebbe una prodezza per sparigliare le carte in tavola, et voilà, al 37′ il Renate abbatte il muro orange. Su un pallone spiovente da sinistra, De Sena col petto fa sfonda per l’accorrente Galuppini, che col destro trova l’angolino giusto per l’undicesima rete in campionato. Finale però in assoluta sofferenza, perché la Pistoiese non vuole vedere interrotta la striscia di risultati positivi. Al 44′ la staffilata dal limite di Valiani sibila il palo, in pieno recupero ci vuole un vero miracolo di Satalino sul colpo di testa nel mucchio di Dametto. Le pantere stringono i denti e strappano con cuore e carattere tre punti d’oro, che significano ritorno al secondo posto in classifica visto il passo falso del Pontedera a Vercelli.