Piscopo gela la Giana, derby al Renate!

By on 11 Dicembre 2018

 

GIANA ERMINIO – RENATE 0-1

GIANA (4-4-1-1): Leoni; Perico, Rocchi, Bonalumi, Montesano; Iovine, Palma (43′ st Pinto), Dalla Bona, Lunetta; Chiarello (37′ st Rocco); Perna. A disposizione: Taliento, Seck, Ababio, Lanini, Pirola, Mandelli, Capano, Sosio, Piccoli, Mutton. All. Bertarelli

RENATE (4-3-3): Cincilla; Guglielmotti (1′ st Anghileri), Teso, Saporetti, Vannucci; Simonetti, Pavan, Rada (19′ st Rossetti); Venitucci, Gomez (26′ st Spagnoli), Piscopo. A disposizione: Lazzaroni, Priola, Doninelli, Pattarello, Caccin, Finocchio, Frabotta, Pennati. All. Diana

ARBITRO: Sig. Natilla di Molfetta

RETE: 3′ Piscopo

NOTE: Serata molto fredda con cielo sereno, terreno di gioco in buone condizioni. Nessun espulso, ammoniti Montesano, Bonalumi (G), Rada, Teso (R). Calci d’angolo: 7-1 Giana. Recupero: 0′ pt + 3′ st.

GORGONZOLA – Il derby si tinge di nerazzurro. Dopo il passo falso contro il Fano, il Renate si riscatta e batte di misura la Giana Erminio in un derby molto piacevole che dà un altro aspetto alla classifica. Ci voleva un colpo forte, ed eccolo in una gara speciale, ben interpretata da tutti.

Dopo un anno torna il derby tra Giana Erminio e Renate, con l’ultimo precedente che dice 3-1 per il team di Gorgonzola “carico di ex”: Iovine, Palma e Lunetta. Mister Diana ha l’intera rosa a disposizione, fatta eccezione per Romagnoli alle prese con un problema alla caviglia. Rispetto all’undici di partenza contro il Fano ci sono due novità. Guglielmotti fa respirare Anghileri, Rada si guadagna il primo gettone da titolare al posto di Rossetti. I martesani recuperano in extremis Leoni e Perna, assenti nel derby di sabato contro il Monza.

Pantere avvelenate in avvio. Venitucci al 2′ scalda i guantoni di Leoni con un sinistro dal limite, mentre un minuto dopo è bravissimo nel servire coi tempi giusti Piscopo, che sotto rete trova il guizzo giusto. Derby che si accende subito e che vede protagonista Lunetta al 9′. Inserimento in area e sinistro secco che sbatte sul palo. Grande intensità nella prima frazione, le due squadre si affrontano senza troppi calcoli e ancora Venitucci si fa vedere al 14′ con un sinistro spettacolare che sibila l’incrocio dei pali. La Giana resiste e col passare dei minuti macina gioco, ci vuole un grande Cincilla su Iovine (28′) e Chiarello (37′), ma alla mezzora una splendida ripartenza nerazzurra culmina col tiro-cross di Guglielmotti che non trova nessuno sul palo lontano. Renate avanti all’intervallo, ma c’è ancora tutta la ripresa.

Anghileri rileva subito Guglielmotti alle prese con un fastidio muscolare, il primo quarto d’ora è meno effervescente rispetto al primo tempo, ma è ancora un legno a salvare i ragazzi di Diana sul pallonetto vellutato di Perna. Di fatto, è questa la miglior chance per la formazione di Bertarelli, anche perchè il Renate, pur con molti errorini banali, non abbassa la guardia e mostra la giusta compattezza che richiede un derby. Rossetti rileva Rada, Spagnoli subentra a un generosissimo Gomez, Diana cerca impatto immediato da chi esce dalla panchina. Iovine al 31′ non inquadra lo specchio di porta per una manciata di centimetri, Bertarelli getta nella mischia Rocco per dare più peso all’attacco biancazzurro, ma a conti fatti, nel finale non c’è spazio per la sofferenza. Tre punti importantissimi, seconda vittoria sotto la gestione Diana in quattro uscite. Mica male…