“Non ci sono alibi, bisogna dare di più”

By on 2 novembre 2018

 

RENATE – Il momento è delicato in casa nerazzurra, con la serie di sconfitte che si allunga e la vittoria che manca ormai da quasi 50 giorni. Con la delicata trasferta di Ravenna alle porte, il Direttore Generale delle pantere, Massimo Crippa, ha voluto suonare la carica, chiedendo però al gruppo maggiore fame e determinazione. “Il momento è difficile, è sotto gli occhi di tutti. Non stanno arrivando risultati positivi, e ci auguravamo che il cambio in panchina portasse quella scossa indispensabile per ripartire. Non è un momento fortunato nemmeno sotto il profilo fisico, visto che ci sono stati diversi infortuni che si sono concentrati in questo periodo. Però non siamo abituati a piangerci addosso e nessuno qui lo deve fare. Il campionato è ancora lunghissimo, ci sono tutte le possibilità di risalire la china. Non siamo l’unica squadra in difficoltà in questo momento, non dobbiamo farci prendere dallo sconforto ma lavorare ancora di più per uscire fuori da questa situazione. La Società è la prima responsabile per questa fase che stiamo attraversando, e se a Gennaio riterremo opportuno intervenire sul mercato, allora lo faremo. Però i ragazzi devono dare di più, ognuno di loro. Le buone prestazioni non bastano più, è il momento di tornare a muovere la classifica. E questo è possibile solo andando oltre i nostri limiti. Ripeto, il campionato è ancora molto lungo, però il gruppo deve capire che ciò che stato fatto in questi primi mesi non basta. Finora, a pagare il conto è stato solo mister Brevi, che non era l’unico responsabile. Va da sè che nel mirino ora ci sono i giocatori in rosa. Se qualcuno non se la sente, per rispetto nei confronti della Società è bene che lo dica e si faccia da parte, gli alibi sono finiti“.