News Prima Squadra

Tris nerazzurro nel test amichevole col Club Milano

By on 15 Maggio 2021

 

MEDA – In attesa dell’esordio nei playoff (domenica prossima), i ragazzi di Aimo Diana hanno affrontato e battuto in amichevole il Club Milano, compagine impegnata del campionato lombardo di Eccellenza. Al “Citta di Meda” le pantere si sono imposte 3-0 per effetto delle reti – tutte nella prima frazione – messe a segno da Galuppini, Kabashi e Maistrello. Spazio e minuti per tutti gli effettivi, che ora godranno di 48 ore di riposo, prima della ripresa settimanale fissata per martedì mattina.

Un Capitano… è per sempre!

By on 14 Maggio 2021

 

RENATELa Società A.C. Renate 1947 S.r.L., in data odierna comunica di aver raggiunto un accordo per il prolungamento di contratto con il calciatore Marco Anghileri. Il 30enne capitano, alla sesta stagione in nerazzurro e già recordman di presenze tra i professionisti (211 gare ufficiali) con questo Club, ha stipulato un nuovo accordo su base biennale, che lo vedrà dunque protagonista fino al 30 giugno 2023. 

 

Le pantere chiudono vincendo ed ipotecano il 3° posto in girone!

By on 2 Maggio 2021

 

RENATE – LUCCHESE 1-0

RENATE (3-4-2-1): Gemello; Silva, Damonte, Possenti; Guglielmotti, Ranieri (38′ st  Magli), Vicente (12′ st Burgio), Anghileri; Kabashi, Giovinco (31′ st Maistrello); Nocciolini. A disposizione: Bagheria, Marafini, Langella, Santovito, Galuppini, Rada. All. Diana

LUCCHESE (4-4-2): Pozzer; Pellegrini, Benassi (40′ st Dalla Bernardina), Dumancic, Maestrelli (15′ st Lo Curto); Nannelli (40′ st Sbrissa), Meucci, Cruciani, Panati (1′ st Petrovic); Marcheggiani (11′ Zennaro), Bianchi. A disposizione: Biggeri, Lionetti, Cellamare, Solcia, Bartolomei, Galardi, Marinai. All. Di Stefano

ARBITRO: Sig. Giordano di Novara (Sig. Massimino di Cuneo – Sig. D’Elia di Ozieri; Sig. Rispoli di Locri)

RETE: 48′ pt Nocciolini

NOTE: Giornata mite con cielo coperto, terreno di gioco in buone condizioni. Nessun giocatore espulso, ammoniti Vicente, Ranieri (R), Cruciani, Bianchi, Benassi, Maestrelli, Lo Curto (L). Calci d’angolo: 3-2 Lucchese. Recupero: 2′ pt + 3′ st.

MEDA – La diciannovesima vittoria in campionato ha un sapore dolce per il Renate, che batte la Lucchese (retrocessa assieme a Livorno e Pistoiese) e chiude al terzo posto in campionato, approfittando del pareggio esterno della Pro Vercelli sul campo della Carrarese. Una rete di Nocciolini – la prima in maglia nerazzurra – basta e avanza per la formazione di Aimo Diana, che merita ampiamente un successo di fatto mai in discussione. Troppo tenero l’attacco della pantera toscana, mai realmente in grado di impensierire Gemello. Nerazzurri che tengono a riposo i diffidati Rada e Galuppini, concedendo solo un quarto d’ora scarso a Maistrello, pure lui in odore di squalifica. A distanza di quasi tre mesi, Vicente parte titolare nel cuore della mediana, nel 3-4-2-1 che vede agire Kabashi e Giovinco alle spalle di Nocciolini. Da segnalare il 16° clean sheet stagionale del Renate, altro record in una stagione comunque vada a dir poco memorabile, mentre la palma di migliore in campo va senza dubbio a Guglielmotti, autore dell’assist vincente e di altre “sgroppate” che hanno messo in palese difficoltà la retroguardia rossonera. Ora, per i ragazzi di Aimo Diana, ci sarà da aspettare l’esito dei primi due turni dei playoff: l’ingresso in scena delle pantere coincide con l’inizio della fase nazionale, ovvero sia agli Ottavi di Finale, che si disputeranno il 16 (in trasferta) ed il 20 maggio (in casa).

Un punto al “Breda”, le pantere tornano al 3° posto

By on 25 Aprile 2021

 

PRO SESTO – RENATE 0-0

PRO SESTO (4-4-2): Livieri; Maldini, Pecorini, Caverzasi, Bosco (28′ Giubilato); Palesi, Gualdi (18′ st Marchesi), Gattoni (18′ st Maffei), Bocic (25′ st Mutton); D’Amico, Scapuzzi. A disposizione: Del Frate, Di Munno, Ngissah, Cominetti, Ntube, Franco, Magonara. All. Filippini

RENATE (3-5-2): Gemello; Silva, Damonte, Possenti; Guglielmotti, Galuppini, Ranieri, Kabashi (23′ st Lakti), Rada; Nocciolini (11′ st Marano, 38′ st Giovinco), Maistrello. A disposizione: Bagheria, Marafini, Langella, Santovito, Magli, Vicente, Burgio. All. Diana

ARBITRO: Sig. Cavaliere di Paola (Sig.ri Gregorio e Mittica di Bari; Sig. Taricone di Perugia)

NOTE: Giornata calda e soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni. Nessun espulso, ammoniti Scapuzzi (P), Ranieri, Lakti (R). Calci d’angolo: 4-3 Pro Sesto. Recupero: 2′ pt + 4′ st. Gara disputata a porte chiuse.

SESTO SAN GIOVANNI – Complice il k.o. interno della Pro Vercelli (che mercoledì recupera a Pontedera), il Renate balza al terzo posto in classifica grazie al pareggio esterno sul campo della Pro Sesto. Una partita poco spettacolare, condizionata dal primo (vero) caldo stagionale. Meglio il Renate nella prima frazione, con un palo colpito da Kabashi ed un netto predominio territoriale. Ripresa molto equilibrata con un’occasione per parte. Prima le pantere ci provano con Silva (super riflesso di Livieri), poi nel finale i padroni di casa sfiorano il colpaccio con il neo entrato in campo Mutton. Renate che sale a quota 62 con 90′ rimasti in calendario. Sarà la Lucchese a sfidare i nerazzurri domenica (17.30) al “Città di Meda”. Di seguito riportiamo le fasi salienti del match del “Breda”.

1′: Cavaliere fischia il calcio d’inizio. Tutto il girone A scende in campo contemporaneamente.

6′: Kabashi! La mezzala nerazzurra guadagna campo e dai 20 metri scaglia una sassata che Livieri, prudentemente, devia in calcio d’angolo. Primo dell’incontro.

8′: ancora Kabashi vicinissimo al gol. Punizione da una ventina di metri, da posizione defilata. La traiettoria maligna scavalca la barriera, ma la sfera centra la base del palo! Renate ad un passo dallo 0-1.

21′: progressione di D’Amico, che alza la testa e cerca Palesi nel cuore dell’area. L’esterno biancoblu non arriva all’impatto col pallone.

25′: violento scontro in area di rigore causato dall’uscita di Gemello. Guglielmotti e Bosco finiscono entrambi a terra. Attimi di panico per il 27 nerazzurro che fortunatamente si rialza, lussazione alla spalla per il laterale mancino della Pro. Al suo posto entra Giubilato.

34′: Maistrello difende bene il pallone in area, si gira ma calcia in precario equilibrio peccando di precisione.

44′: ancora e sempre Kabashi. Il numero 8 brianzolo è nettamente il più ispirato nella prima frazione, ma la conclusione dalla distanza si perde abbondantemente sopra la traversa.

45′ + 2: termina la prima frazione di gioco. Renate che si fa preferire, ma che non trova la via del gol.

48′: Silva! Corner dalla destra calciato da Ranieri, Silva prende bene il tempo e di testa a botta sicura trova sulla sua strada un Livieri attentissimo!

56′: primo cambio per il Renate. Nocciolini lascia il campo a Marano, con Galuppini che torna a far coppia con Maistrello.

61′: Splendida azione Renate! Kabashi trova il corridoio giusto per Galuppini, palla arretrata per il “rimorchio” Guglielmotti, anticipato con la punta del piede da Pecorini.

63′: doppio cambio Pro Sesto. Filippini toglie i due centrocampisti centrali (l’ex Gualdi e Gattoni), inserendo Marchesi e Maffei.

68′: Lakti rileva Kabashi. Secondo cambio predisposto da mister Gioacchino Adamo.

70′: esce Bocic ed entra Mutton. Quarto cambio nelle fila della Pro.

71′: Galuppini cerca di pescare il jolly su punizione da 35 metri. Sinistro “sporcato” dalla barriera che arriva docile tra le braccia di Livieri.

76′: Lakti in area di rigore controlla male e perde la chance per calciare a rete da posizione favorevole!

81′: Scontro violento tra Livieri e Marano. Ne paga le conseguenze la mezzala nerazzurra, che potrebbe aver rimediato una frattura al braccio.

83′: Renate in dieci, con Marano a bordo campo per le cure. Adamo non temporeggia oltre e getta nella mischia Giovinco.

84′: Occasionissima Pro. Scapuzzi a sinistra elude due avversari e crossa sul primo palo per Mutton, il cui sinistro viene deviato in corner da un provvidenziale intervento di Damonte.

88′: Giovinco dai 25 metri ci prova con il sinistro. Nessun problema per l’estremo difensore.

90′: assegnati quattro minuti di recupero.

90′ + 4: finisce senza vincitori nè vinti al “Breda”. Renate che chiuderà la regular season a domicilio contro la Lucchese, con la speranza di poter ancora conservare o acciuffare la terza posizione. Pro Sesto di scena a Livorno in un caldissimo spareggio-salvezza.

Scappa la Juve ma il Renate rincorre, sorpassa e vince!

By on 18 Aprile 2021

 

RENATE – JUVENTUS UNDER 23 2-1

RENATE (3-5-2): Gemello; Anghileri (40′ st Santovito), Silva, Possenti; Guglielmotti, Kabashi, Ranieri (40′ st Damonte), Marano (36′ st Lakti), Rada; Galuppini, Maistrello (45′ st Nocciolini). A disposizione: Bagheria, Giovinco, Langella, Magli, Vicente, Burgio. All. Diana

JUVE U23 (3-5-2): Israel; Dragusin, Alcibiade, Anzolin; Di Pardo, Rafia (22′ st Dabo), Peeters (22′ st Leone), Fagioli, Akè; Brighenti, Marques. A disposizione: Nocchi, Bucosse, Boloca, Troiano, Ranocchia, Compagnon, Vrioni, Gozzi Iweru, Barbieri, Delli Carri. All. Zauli

ARBITRO: Sig. Bordin di Bassano del Grappa (Sig. Perrelli di Isernia – Sig. Lalomia di Agrigento; Sig.na Pirriatore di Bologna)

RETI: 17′ Akè (J), 26′ Possenti (R), 4′ st Maistrello (R)

NOTE: Giornata mite con cielo coperto, terreno di gioco in discrete condizioni. Nessun espulso, ammoniti Kabashi, Silva, Marano (R), Brighenti (J). Calci d’angolo: 7-6 Renate. Recupero: 0′ pt + 5′ st.

MEDA – Seconda vittoria interna consecutiva per il Renate, che dimentica subito il k.o. beffardo di Pistoia, battendo in rimonta – come all’andata – la giovane ma talentuosa Juventus U23. Bianconeri avanti in mischia da corner con la zampata di Akè, poi brave le pantere a restare sul pezzo e a impattare quasi subito con il 4° centro in campionato di Possenti, ancora una volta imperioso nel gioco aereo da palla inattiva. Partita molto equilibrata nella prima frazione, decisamente a tinte nerazzurre nei secondi 45′. Il gol-vittoria arriva dopo nemmeno quattro minuti. Manovra collettiva da spellarsi le mani, con assist perfetto di Rada e perfetta finalizzazione di Maistrello, giunto alla rete numero sette con questi colori. Poca sofferenza per Gemello e compagni, nel finale Renate che si vede annullare il 3-1 firmato Guglielmotti. Pantere che agganciano la Pro Vercelli (che ha però due gare da recuperare) a quota 61: domenica ultima – e comoda – trasferta di regular season sul campo della Pro Sesto. Di seguito, le fasi salienti del match di oggi.

10′: fase molto equilibrata del match, nessuna delle due squadre sembra avere l’inerzia del gioco in mano.

17′: Juventus in vantaggio. Sugli sviluppi di un corner da destra, contatti e mischia in area, tocco vincente sotto rete di Marley Akè. Come all’andata, bianconeri che passano a condurre.

18′: immediata reazione nerazzurra. Possenti trova Galuppini per vie centrali, discesa del 14 e scarico a sinistra per Marano, che rientra sul destro e dal vertice dell’area schiaccia troppo il destro che gonfia… la rete esterna.

26′: GOOOOOOL RENATE! La parabola di Galuppini da corner è un invito perfetto per Possenti, che appostato sul primo palo impatta di testa mandando la sfera nell’angolo opposto. israel battuto, è 1-1 al “Città di Meda”.

29′: Brighenti cerca il gol dell’ex! Il numero 11 ospite ci prova col sinistro da limite, sinistro alto di un soffio.

43′: Guglielmotti ara la corsia destra e crossa al centro per Maistrello, colpo di testa che non inquadra lo specchio di porta.

45′ + 1: Bordin manda le due squadre negli spogliatoi. Ad Akè risponde Possenti, match pari sotto tutti i punti di vista.

46′: nessuna sostituzione, Renate-Juventus Under 23 riprende con gli stessi 22 protagonisti.

49′: GOOOOOOL RENATE! Che azione delle pantere! Galuppini con intelligenza serve la corsa di Rada, che da sinistra lascia partire un cross su cui Maistrello si avventa come un falco, anticipando Alcibiade e bucando un incolpevole Israel. La ribaltano i ragazzi di Aimo Diana.

57′: reazione juventina. Brighenti forse serve con un attimo di ritardo il compagno di reparto Marques, che da posizione defilata costringe Gemello alla deviazione in angolo.

63′: Renate vicino al 3-1. Guglielmotti, servito da Galuppini, va sul fondo e crossa. Il colpo di testa d Marano viene allontanato al limite. Kabashi si coordina e con il mancino chiama Israel ad un grande intervento d’istinto.

64′: ancora Renate. Galuppini stavolta si mette in proprio, si accentra e spara un sinistro che passa a pochi millimetri dal palo.

67′: cambi in casa Juventus. Escono Peeters e Rafia, al loro posto entrano Leone e Dabo.

81′: primo cambio per Aimo Diana. Esce uno stremato Marano, entra Erald Lakti.

85′: problemi di crampi per Anghileri, ma anche Ranieri non è al meglio. Riccardo Santovito rileva il capitano, Loris Damonte aumenta i centimetri in casa nerazzurra.

89′: esce dal campo il match-winner, Tommy Maistrello. Al suo posto Manuel Nocciolini per il recupero.

90′ + 1: Brighenti, servito da Fagioli, addomestica la sfera nell’area piccola, ma in precario equilibrio non trova lo specchio di porta.

90′ + 2: Alcibiade ha sul piatto destro la chance di impattare, conclusione troppo debole che Gemello blocca senza problemi.

90′ + 4: Galuppini con un cross taglia l’intera area piccola, Guglielmotti di potenza appoggia in rete. Il 3-1 viene però invalidato dall’assistente di linea per presunto offside di Guglielmotti. Secondo gol consecutivo annullato al laterale vercellese.

90′ + 5: Fischietto in bocca per Bordin, che sancisce la fine del match. Successo più che meritato per il Renate, il 18° in questo campionato.

 

 

 

Il Renate domina ma non concretizza, alla Pistoiese basta un guizzo

By on 11 Aprile 2021

 

PISTOIESE- RENATE 1-0

PISTOIESE (3-5-2): Nordi; Baldan, Varga (40′ st Giordano), Pezzi; Mazzarani, Mal (40′ st Stoppa), Spinozzi (27′ Maurizi), Simonetti, Simonti; Valiani (40′ st Tempesti), Chinellato (19′ st Cerretelli). A disposizione: Vivoli, Lo Faso, Cavalli, Momentè, Renzi, Romani, Rondinella. All. Sottili

RENATE (3-5-2): Gemello; Anghileri, Damonte (1′ st Silva), Magli (1′ st Possenti); Guglielmotti, Kabashi, Ranieri (29′ st Burgio), Marano (9′ st Maistrello), Rada; Galuppini, Nocciolini (24′ st Giovinco). A disposizione: Bagheria, Langella, Santovito, Lakti. All. Diana

ARBITRO: Sig. Natilla di Molfetta (Sig. Valletta di Napoli – Sig. Madonia di Palermo; Sig. Rinaldi di Bassano del Grappa)

RETE: 19′ Chinellato

NOTE: Giornata mite con pioggia intermittente, terreno di gioco in buone condizioni. Nessun espulso, ammoniti Mal (P), Rada (R). Calci d’angolo: 7-2 Renate. Recupero: 2′ pt + 6′ st. Gara a porte chiuse.

PISTOIA – La Pistoiese torna a vincere dopo quasi 3 mesi, e lo fa contro un Renate che ha costruito tantissimo, senza però concretizzare. Un dominio costante da parte dei nerazzurri, puniti al primo tiro orange scoccato da Chinellato. Almeno 3-4 nitide palle-gol sullo 0-0, un monologo lungo 51′ nella ripresa, in cui viene annullata una rete all’ex Guglielmotti. Pistoiese che incassa tre punti d’oro per tenere accesa la fiamma della speranza, pantere che tornano in Brianza con la consapevolezza di una buona prestazione e la rabbia per un k.o. difficilissimo da accettare.

Ecco i momenti cruciali del match.

4′: Rada dal fondo crossa sul primo palo, Nocciolini anticipa Baldan ma la sfera, deviata da Nordi, colpisce il palo e va sul fondo. Corner lampante, non per Natilla.

6′: gran palla da destra di Guglielmotti, Nocciolini arriva primo sul pallone ma spara alto.

13′: Renate che imperversa sulla corsia destra. Stavolta a crossare è Kabashi, Rada arriva in ‘estirada’ sul secondo palo ma la palla esce di pochissimo.

14′: ancora Guglielmotti ad arare la fascia. Altra palla ghiotta verso il centro con Nocciolini che ‘sbuccia’ e Marano a calciare sul fondo da favorevole posizione. Assedio brianzolo, ma la precisione sotto rete latita.

19′: GOL PISTOIESE. Ripartenza arancione orchestrata da Valiani, Chinellato riceve a 30 metri dalla porta e prima di entrare in area scaglia un destro su cui Gemello è sorpreso. Vantaggio a sorpresa per la formazione di Sottili. Gemello avrebbe potuto (e dovuto) fare di più.

24′: gran break di Rada per vie centrali, la mezzala albanese viene abbattuta in area di rigore. Per Natilla il fallo è cominciato fuori dai sedici metri, concedendo dunque punizione dal limite.

25′: Nocciolini cerca di far passare la sfera sotto la barriera, nulla di fatto.

27′: problemi fisici per Spinozzi che lascia il campo. Entra Maurizi, Pistoiese che passa al 3-4-2-1.

29′: cross da destra di Anghileri, Marano salta prima di tutti ma non inquadra lo specchio di porta.

45′ + 2: squadre negli spogliatoi per l’intervallo. Il Renate è sotto e deve mangiarsi le mani per la mole di gioco non concretizzata.

46′: doppio cambio nerazzurro in difesa. Escono Damonte e Magli, entrano Silva e Possenti.

55′: esce Marano, dentro Maistrello e passaggio al 4-2-3-1.

63′: Nocciolini cerca gloria dai 25 metri, conclusione poco precisa.

64′: secondo cambio per Sottili. Fuori Chinellato dentro Cerretelli. Si copre la squadra di casa.

69′: Silva carica un destro velenoso che batte a terra e costringe Nordi alla deviazione in angolo. Nel frattempo Nocciolini viene rimpiazzato da Giovinco. Diana passa al 4-3-1-2.

73′: corner corto battuto da Giovinco, Ranieri scodella sul secondo palo per Guglielmotti, che di testa impatta e supera Nordi con l’aiuto del palo. Madonia annulla per sospetto offside del laterale nerazzurro.

74′: ultimo cambio Renate. Burgio per Ranieri.

84′: cross da destra di Anghileri, il colpo di testa di Maistrello a botta sicura sfiora la traversa. Altra chance sprecata.

85′: triplice cambio per i padroni di casa. Sottili toglie Valiani, Mal e Varga, al loro posto subentrano Tempesti, Stoppa e Giordano.

90′: Natilla concede 6′ di recupero.

90′ + 2: Galuppini prova a pescare il jolly dalla distanza, pallone alto.

90′ + 3: la Pistoiese sfiora il raddoppio in contropiede. Stoppa fa tutto bene, Gemello gli sbarra la strada.

90′ + 4: anche Kabashi si mette in proprio alla ricerca del pareggio, ma è una conclusione innocua.

90′ + 6: triplice fischio finale. Al “Melani” il Renate perde una partita assurda, dominata e controllata dall’inizio. Troppa imprecisione sotto porta castiga i nerazzurri, che fra sette giorni ospiteranno la Juventus Under 23.

 

 

Marano e Galuppini a segno, il Renate batte un colpo!

By on 7 Aprile 2021

 

RENATE – PERGOLETTESE 2-0

RENATE (3-5-2): Gemello; Anghileri, Magli, Merletti (21′ Santovito); Guglielmotti, Kabashi, Ranieri, Marano (35′ st Lakti), Rada (25′ st Burgio); Galuppini, Maistrello (35′ st Nocciolini). A disposizione: Bagheria, Giovinco, Langella, Vicente, Damonte. All. Diana

PERGO (4-3-3): Soncin; Candela (38′ st Faini), Panatti, Ferrara, Villa; Ferrari (1′ st Ceccarelli), Palermo (1′ st Morello), Duca; Bariti, Longo (24′ st Kanis), Varas. A disposizione: Ghidotti, Figoli, Tosi, Lamberti, Girelli. All. De Paola

ARBITRO: Sig. Catanoso di Reggio Calabria (Sig. Poma di Trapani – Sig. Cleopazzo di Lecce; Sig. Milone di Taurianova)

RETI: 11′ Marano, 49′ st Galuppini

NOTE: Giornata fredda e soleggiata, con forti raffiche di vento. Terreno di gioco in buone condizioni. Nessun espulso, ammoniti Maistrello, Marano, Santovito (R), Palermo, Ferrara, Ferrari, Ceccarelli e Kanis (P). Calci d’angolo: 5-4 Renate. Recupero: 1′ pt + 4′ st.

MEDA – Dopo tre sconfitte consecutive, il Renate interrompe il trend negativo nel recupero della 32^ giornata contro una Pergolettese in buona salute. Una rete per tempo certifica la vittoria numero 17 in campionato, Un record assoluto per i nerazzurri, che intanto ritoccano il massimo di punti in C salendo a quota 58 con quattro gare in calendario. Gara ben interpretata dai ragazzi di Aimo Diana, con un primo tempo convincente in cui risalta la splendida realizzazione (prima con questa maglia) di Francesco Marano. Un bolide il suo da una ventina di metri, con Soncin incolpevole. Acquisito il vantaggio, le pantere cercano di raddoppiare per garantirsi un pomeriggio di relativa tranquillità. Nella ripresa sono ghiotte le occasioni, nei primi 5′, non concretizzate da Galuppini. Ed allora il Pergo, tutto a trazione anteriore negli ultimi 20′, prende coraggio e assalta a testa bassa. Nello sprint finale i gialli di De Paola sfiorano per due volte l’1-1: prima con Kanis (diagonale velenoso) e poi con Faini (colpo di testa a fil di palo). I cremaschi danno il tutto per tutto, ma con il baricentro altissimo rischiano, ed infatti la ripartenza di Nocciolini è letale. Il “barba-bomber” è altruista nel servire Galuppini, dribbling sull’estremo difensore in uscita e comodo appoggio per il 12° timbro in campionato che combacia con il triplice fischio finale. Nerazzurri che ora tornano ad occupare la 4^ posizione, alla vigilia di una delicata trasferta domenica (ore 15.00) sul campo di una Pistoiese più che mai spalle al muro.

Troppi regali concessi, Renate ancora battuto

By on 3 Aprile 2021

 

RENATE – OLBIA 1-2

RENATE (3-5-2): Bagheria; Anghileri, Silva, Possenti; Guglielmotti, Ranieri (76’ Santovito), Lakti (85’ Vicente), Rada, Burgio (76’ Marano); Giovinco (55’ Magli), Nocciolini (55’ Maistrello). A disp: Gemello, Merletti, Langella, Galuppini. All. Diana

OLBIA (4-3-1-2): Tornaghi, Arboleda, Altare, Emerson, Demarcus; Occhioni (69’ Gagliano), La Rosa, Pennington (81’ Belloni); Biancu, Ragatzu, Udoh. A disp: Van der Want, Giandonato, Marigosu, Cossu, Secci, Putzu, Cabras. All. Canzi

ARBITRO: Sig. Arena di Torre del Greco (Sig. Cavallina – Sig. Pascali; Sig. Bordin)

RETI: 5′ Guglielmotti (R), 28′ st Ragatzu (O), 41′ st Gagliano (O)

NOTE: Giornata mite e soleggiata con forti raffiche di vento, terreno di gioco in buone condizioni. Espulso Silva (R) al 9′ st per fallo da ultimo uomo, ammoniti Possenti, Rada, Lakti (R), Biancu (O). Calci d’angolo: 7-5 Renate. Recupero: 0′ pt + 5′ st.

MEDA – Terza sconfitta consecutiva per il Renate, raggiunto e sorpassato dall’Olbia negli ultimi 20′ del match. Nerazzurri subito avanti al 5′ con la prima rete stagionale di Guglielmotti, autore di uno splendido sinistro a giro che non ha lasciato scampo a Tornaghi. Nocciolini pochi minuti dopo strozza il destro che avrebbe potuto mettere il punto esclamativo alla sfida. Poi, nella ripresa, ancora Nocciolini ad un passo dal 2-0 con un sinistro che passa a pochissimi centimetri dal palo, ed il cartellino rosso estratto ai danni di Silva che cambia tutto. Olbia che ci crede e che perviene al pareggio al 28′. Cambio di gioco che coglie impreparata la difesa, Pennington va via facile a Burgio e mette una palla che Ragatzu, astutamente, spedisce sul palo più lontano. Amnesie che costano carissimo anche in occasione del raddoppio. I bianchi di Canzi combinano con troppa facilità nei sedici metri, stavolta il tocco vincente sotto porta è di Gagliano. Punti vitali per i sardi nella corsa salvezza, mentre il Renate è ora chiamato a ritrovare l’identità svanita in un girone di ritorno da tredici punti in quattordici gare. Pantere in campo mercoledì pomeriggio (ore 15.00) al “Città di Meda” per il recupero contro la Pergolettese.

Derby amarissimo, i tre punti vanno alla Giana

By on 28 Marzo 2021

 

GIANA ERMINIO – RENATE 2-1

GIANA (3-5-2): Acerbis; Marchetti, Bonalumi, Montesano; Perico, Palazzolo (20′ st Finardi), Pinto, Greselin (20′ st Capano), Madonna (45′ st Barazzetta); Corti (31′ st D’Ausilio), Perna (45′ st Rossini). A disposizione: D’Aniello, Ferrario, Benatti, Zugaro, Dalla Bona, Pirola. All. Brevi

RENATE (3-5-2): Gemello; Silva, Damonte (1′ st Possenti), Magli; Guglielmotti (27′ st Giovinco), Kabashi, Ranieri (27′ st Marano), Rada (43′ st Burgio), Anghileri; Galuppini (17′ st Nocciolini), Maistrello. A disposizione: Bagheria, Merletti, Langella, Santovito, Vicente, Lakti. All. Diana

ARBITRO: Sig. Garofalo di Torre Annunziata (Sig. Fontemurato di Roma 2 – Sig. Bahri di Sassari; Sig. Gualtieri di Asti)

RETI: 28′ Corti (G), 46′ Anghileri (R), 34′ st Perna (G)

NOTE: Giornata mite e soleggiata, terreno di gioco in cattive condizioni. Nessun espulso, ammoniti Pinto, Palazzolo (G), Kabashi, Rada, Maistrello, Marano (R). Calci d’angolo: 6-4 Giana. Recupero: 1′ pt + 4′ st.

GORGONZOLA – Seconda, beffarda sconfitta consecutiva per le pantere, che perdono il derby contro una Giana galvanizzata giunta al 4° successo consecutivo. Le pantere disputano un ottimo primo tempo, sprecano un penalty con Galuppini e vengono trafitte da una conclusione di Perna che, complice una deviazione, assume una traiettoria letale per Gemello. Renate poco fortunato, per usare un eufemismo. Di seguito gli spunti salienti del match.

2′ Galuppini toccato in area di rigore. Garofalo lascia proseguire.

11′ Corner calciato da Galuppini, intelligente tocco di Ranieri per il destro in corsa di Silva. Palla che sibila il palo!

20′ Percussione inarrestabile di Galuppini, che all’ingresso in area viene agganciato da Pinto. Penalty ed ammonizione per il capitano di casa.

22′ Acerbis col piede dice no a Galuppini! Si resta sullo 0-0 a Gorgonzola.

28′ Vantaggio Giana. Palla persa in uscita, servizio preciso per Corti che con il mancino trafigge Gemello sul primo palo. Pantere sotto alla prima palla-gol concessa.

29′ Immediata reazione nerazzurra. Guglielmotti verticalizza per Maistrello, assist per Galuppini che a botta sicura vede il suo destro respinto da Acerbis.

45′ Concesso un minuto di recupero.

45 + 1′ GOOOOL RENATE! All’ultimo assalto della prima frazione. Guglielmotti prende il fondo, cross basso e millimetrico per la zampata sotto porta di Anghileri. Terzo gol stagionale per il capitano!

46′ Primo cambio. Possenti per Damonte in casa Renate.

53′ Galuppini prova il sinistro a giro, nulla di fatto.

62′ Secondo cambio Renate. Nocciolini per Galuppini.

65′ Brevi cambie le sue mezzali di centrocampo. Escono sia Palazzolo che Greselin, entrano Finardi e Capano.

72′ Aimo Diana mischia ancora le carte e opta per il 3-4-1-2. Abbandonano il campo il rientrante Guglielmotti e Ranieri, spazio a Marano e Giovinco.

79′ Vantaggio Giana. Perna, da posizione defilata lascia partire un sinistro che, complice una deviazione, assume una traiettoria assurda che inganna Gemello. Autentico “gollonzo” biancazzurro.

88′ Dentro un esterno (Burgio) per lo stremato (e sempre positivo) Rada.

89′ Proprio Burgio ad un passo dal 2-2. Cross da destra di Anghileri, il classe 2001 svetta di testa ma la sfera non inquadra lo specchio di porta.

90′ Ultimi cambi per la Giana. Escono Madonna (per Barazzetta) ed il match-winner Perna, rimpiazzato da Rossini. Intanto Garofalo annuncia 4′ di recupero.

90′ + 4′ Arriva il triplice fischio che fa calare il sipario sul derby. Giana che intravede la salvezza grazie alla quarta vittoria consecutiva, Renate che perde ulteriore terreno dalla capolista Como, anche se con un recupero da giocare. Pantere sabato di scena al “Città di Meda” contro l’Olbia (ore 15.00) nel turno che precede Pasqua.

Ufficiale: rinviata Renate-Pergolettese!

By on 19 Marzo 2021

 

RENATE – La Lega Pro, alla luce dell’emergenza Covid-19 riscontrata in casa Pergolettese, ha disposto il rinvio del match della 32^ giornata in programma lunedì 22 marzo. Già ufficiale la data del recupero: si giocherà mercoledì 7 aprile alle ore 15.00 al “Città di Meda”.