Posts by: uffstampa

Le pantere “risorgono” a Bolzano!

By on 20 Aprile 2019

 

SÜDTIROL – RENATE 0-1

SÜDTIROL (4-3-3): Nardi; Tait (33′ st Ierardi), Pasqualoni, Vinetot, Fabbri (34′ Mattioli); Morosini, De Rose, Fink (12′ st Berardocco); Lunetta (12′ st De Cenco), Romero, Turchetta. A disposizione: Ravaglia, Casale, Antezza, Oneto, Romanò. All. Zanetti

RENATE (4-4-2): Cincilla; Caccin (26′ st Teso), Caverzasi, Priola, Vannucci; Guglielmotti, Pavan, Quaini (38′ st Rossetti), Piscopo (1′ st Rada); Gomez (30′ st Simonetti), Spagnoli (38′ st Pattarello). A disposizione: Vinci, Saporetti, Venitucci, Finocchio, Li Gotti. All. Diana

ARBITRO: Sig. Donda di Cormons (Sig. De Pasquale di Barcellona Pozzo di Gotto – Sig. Lalomia di Agrigento

RETE: 18′ Guglielmotti

NOTE: Giornata molto calda e soleggiata, terreno di gioco in ottime condizioni. Nessun espulso, ammoniti Vinetot (S), Quaini, Cincilla, Rada (R). Calci d’angolo: 7-2 Südtirol. Recupero: 1′ pt + 4′ st.

BOLZANO – Nel momento più importante, e con le spalle al muro, il Renate batte un colpo fortissimo sul campo del Südtirol, regalandosi una Pasqua serena e piena di fiducia per gli ultimi 180′ di campionato. Lotta aperta, durissima fino al 5 maggio, ma le pantere sono vive, e lo hanno dimostrato nel capoluogo altoatesino. Prestazione altisonante da parte della squadra di Aimo Diana, bravissima a ricompattarsi dopo il k.o. interno contro la Giana.

Caldo estivo a Bolzano, un fattore da considerare nella penultima trasferta del campionato nerazzurro. Renate col 4-4-2 con Caccin titolare dopo molto tempo in naftalina, Guglielmotti esterno alto (Piscopo sulla sponda opposta) e conferma per la coppia Gomez-Spagnoli. Tanti gli ex in casa biancorossa (Antezza, Lunetta, Mattioli e Romanò), mister Zanetti opta per il 4-3-3 con Lunetta e Turchetta partner di Romero, Morosini e Fink a protezione di De Rose.

Primo tempo molto piacevole, perché il Renate se la gioca a viso aperto, consapevole di dover fare tre punti per rilanciarsi. Ed infatti, dopo una trentina di secondi, sugli sviluppi del corner di Piscopo, Pavan rimette al centro, dove Guglielmotti carica il destro che viene deviato da Pasqualoni e finisce a un soffio dal palo. Pantere “rumbanti”, al 7′ ci prova Quaini da terra, pallone sul fondo. Südtirol che si presenta al 15′: sfera al limite, Tait prova il destro e Cincilla blocca in due tempi. Al 18′, dopo 585′ di astinenza dal gol, ecco la svolta. Spagnoli protegge bene palla e serve il treno in corsa Guglielmotti. Palla sul destro, finta e rientro sul sinistro, staffilata nell’angolino e Nardi battuto. Tutta la panchina si riversa in campo per festeggiare una rete che mancava dal 1′ di Imolese-Renate (10 marzo). Inerzia che prende la direzione nerazzurra, due minuti dopo e ancora Guglielmotti a finire sul taccuino, schiacciando di testa il traversone di Vannucci ma senza inquadrare lo specchio di porta. La prima mezzora del Renate è di grande qualità, ma ci sono anche gli avversari, eccome. Nel finale di frazione i padroni di casa ci provano con Romero (volée alzata sopra la traversa da Cincilla) e con Morosini, che di potenza costringe il 22 nerazzurro a rifugiarsi in corner. All’intervallo è 0-1 Renate.

Si rientra sul manto erboso del “Druso”, e per Diana è subito il momento di mettere mano alla squadra. Dentro Rada, out Piscopo. Non cambia nulla tatticamente, con l’ex Inter che peraltro entra al meglio in una sfida delicatissima. Il secondo tempo non si ripete sui ritmi della prima frazione, complice un caldo davvero anomalo. Renate sulla difensiva, che fatica a riguadagnare campo, ma che allo stesso tempo si muove sempre nel modo giusto, con una compattezza che il Südtirol non riesce a scalfire. Piovono i palloni da destra di Morosini, ma i centrali nerazzurri non sbagliano mai, disinnescando sia Romero che De Cenco. Cincilla di fatto non è mai chiamato in causa, i subentrati portano un mattoncino fondamentale per la causa: volano via anche i quattro minuti di recupero, al triplice fischio di Donda è liberazione Renate. Tre punti di platino, in attesa della supersfida di domenica prossima al “Città di Meda” contro la Feralpisalò (18.30). I Leoni del Garda non faranno sconti, ci vorrà un’altra prova di grande cuore e caparbietà per avvicinare l’obiettivo salvezza!

Super Classifica Giovanile: chiusura trionfale per le pantere!

By on 16 Aprile 2019

 

RENATE – I campionati nazionali sono terminati, e le nostre Pantere nerazzurre si confermano il primo settore giovanile di Lega Pro di tutta Italia. Il Renate ha firmato la propria leadership con 151 punti all’attivo: 36 della Berretti, 53 dell’Under 17 e 62 dell’Under 15. Staccato, di una sola lunghezza, il L.R. Vicenza, gradino più basso del podio per la Paganese, accreditata di 144 punti. Al quarto posto troviamo il Catania (141 punti), quinto il Novara con 139 punti. A chiudere la top ten Virtus Entella (137), Monza (135), Ternana (133), Viterbese (123) e Pordenone (122).
Ma come può un comune di soli 4.177 abitanti, con un campo a 11 e uno a 9, con pochissimi calciatori in prestito dalle squadre di Serie A e B, solo qualche anno fa ignorato (o comunque poco conosciuto) dalla platea stampare il proprio nome in cima a questa particolare classifica nazionale? Il segreto? Passione, competenza, abnegazione, senso di appartenenza, ma anche pianificazione e determinazione a migliorarsi anno dopo anno come chiavi di un successo di questo nostro mondo che non ha più limiti! Un mondo chiamato A.C. Renate! Grazie a tutti coloro che operano per il bene di questa maglia e di questi colori!

Under 15 e Under 17: scatta l’operazione Tricolore!

By on 16 Aprile 2019

 

RENATE – Terminato il campionato, è tempo di pensare alla lotta per l’accesso alla finalissima che assegnerà il tricolore di Categoria. Soddisfazione doppia in casa nerazzurra, con le formazioni Under 17 e Under 15 pronte a dare tutto per la conquista del titolo finale.

Si inizia domenica 28 aprile, con le gare di andata degli ottavi di finale. La nostra Under 17 di Giancarlo Robbiati, campione in carica nella Categoria Under 16, fa visita alla Robur Siena, mentre l’Under 15 di Davide Bianchessi è attesa dall’Alma Juventus Fano. Domenica 5 Maggio le gare di ritorno in Brianza. Il viaggio tricolore è quasi alle porte, coraggio pantere!!

Settore Giovanile: il bilancio del weekend!

By on 15 Aprile 2019

 

RENATE – Ecco il consueto aggiornamento sulle gare disputate del nostro settore giovanile nel weekend appena trascorso (13-14 aprile 2019). Vincono Under 17 e Under 15, pareggio con rimpianti per Berretti e Under 16, k.o. a testa altissima gli Under 13.

BERRETTI: Si conclude in pareggio l’ultima sfida di campionato tra le nostre Pantere Berretti di mister Stefano Citterio e il Gozzano. Partita davvero piacevole al Comunale di Romagnano Sesia: meglio i padroni di casa nella prima frazione di gioco, con Colnago che al 40′ neutralizza un calcio di rigore; più incisive le Pantere nella ripresa, che sotto di un gol trovano la forza per pareggiare, sprecando poi anche qualche buona occasione per la vittoria. Decisivo per i nostri ragazzi il pareggio di Castria, bravo a finalizzare una triangolazione con Cobucci. Finisce qui la stagione dei ragazzi nerazzurri, una stagione comunque positiva chiusa con un ottimo quinto posto in classifica.

UNDER 17: Non poteva esserci chiusura di campionato migliore per le nostre Pantere U17 di mister Giancarlo Robbiati, che conquistano l’ennesima vittoria stagionale spazzando via il Cuneo. E’ finita 3-1 per i nerazzurri, che chiudono la pratica già nel corso del primo tempo grazie ai penalty trasformati da Cisternino e Manarelli. Arienti, nella ripresa, allunga le distanze prima del gol della bandiera piemontese. Davvero un bellissimo successo per i nostri ragazzi che ora potranno godersi una Pasqua serena e ricaricare le pile in vista della lotta scudetto.

UNDER 16: Termina in parità (0-0) l’attesissimo scontro tra le nostre Pantere U16 di mister Emanuele Russo e la Giana Erminio. Un risultato che non aiuta purtroppo i nerazzurri, staccati sempre di tre lunghezze (ma con una partita in più) da quel quarto posto utile per l’accesso alle fasi finali di categoria. La partita non è stata certo tra le più entusiasmanti della stagione, ma resta comunque forte il rammarico per non aver saputo sfruttare al meglio le ‘occasioni create e aver lasciato quindi punti preziosissimi per strada. Mancano ancora due partite al termine del campionato, tutto può ancora succedere. Crediamoci sempre, fino alla fine!

UNDER 15: Per almeno due ore un blackout di vaste proporzioni ha mandato in tilt alcuni social network ed alcuni servizi di messaggistica istantanea. Chissà cosa serve per mandare in corto la truppa di mister Davide Bianchessi (in foto), vittoriosa anche oggi nell’ultimo match della stagione regolare. Se lo sarà sicuramente chiesto anche il Cuneo, ultima vittima in ordine temporale della corazzata nerazzurra. Un gol per tempo, di Calacoci e Tremolada, tanto è bastato alle nostre Pantere per spegnere venti candeline sulla torta dei successi stagionali. Ora anche per loro spazio al meritatissimo riposo pasquale. Dal 28 Aprile, infatti, si tornerà a fare sul serio, ad inseguire un sogno chiamato tricolore!

UNDER 13: Bellissima prestazione delle nostre Pantere U13 di mister Stefano Marcandalli, che si concedano dal campionato dopo aver messo parecchi brividi al Milan. Partita equilibratissima al “Vismara”, ma ancora una volta sono gli ultimi sussulti della gara a tradire i ragazzi nerazzurri. Era già successo a Monza, e in casa contro l’Albinoleffe. E’ successo anche sabato, con i “Diavoli” rossoneri bravi a trovare il punto decisivo (2-1) ad un minuto dal triplice fischio finale. Finisce così, ma un grosso grossissimo applauso ai nostri ragazzi per una stagione davvero brillante.

Renate senza pace, il derby se lo aggiudica la Giana

By on 14 Aprile 2019

 

RENATE – GIANA ERMINIO 0-2

RENATE (3-5-2): Cincilla; Caverzasi (29′ st Venitucci), Teso (1′ st Anghileri), Priola; Guglielmotti, Simonetti, Pavan (1′ st Piscopo), Rossetti (21 st Quaini), Vannucci; Spagnoli, Gomez (42′ st Li Gotti). A disposizione: Vinci, Pattarello, Saporetti, Rada, Caccin, Finocchio, Vassallo. All. Diana

GIANA ERMINIO (3-4-1-2): Leoni; Bonalumi, Montesano (35′ st Perico), Solerio; Giudici (20′ st Sosio), Dalla Bona, Barba, Origlio (9′ st Iovine); Palesi; Rocco, Mutton (35′ st Capano). A disposizione: Taliento, Seck, Gianola, Lanini, Pirola, Mandelli. All. Maspero

ARBITRO: Sig. Robilotta di Sala Consilina (Sig. Valletta di Napoli – Sig. Pizzi di Termoli)

RETI: 23′ Rocco, 38′ st Capano

NOTE: Serata molto umida con precipitazioni piovose, terreno di gioco ai limiti della praticabilità. Espulso Anghileri (R) al 40′ st per condotta violenta. Ammonito Rossetti, Piscopo (R), Montesano, Bonalumi, Leoni (G). Calci d’angolo: 6-2 Renate. Recupero: 1′ pt. + 5′ st. Spettatori 500 circa.

MEDA – Il derby si tinge di biancazzurro. Con un gol per tempo, la Giana porta a casa tre punti fondamentali in chiave salvezza, mettendo a nudo la fragilità di un Renate che non vince da due mesi abbondanti, e che non va a segno da Imola (al 1′ Anghileri). Per la salvezza diretta ci sono ancora 270′ di stagione, con due gare in trasferta (Sudtirol e Rimini) e la sfida interna contro la Feralpisalò. Servirà un autentico capolavoro sportivo per lasciarsi alle spalle retrocessione diretta e playout.

E’ forse la serata più importante di tutta la stagione per il Renate, che ha bisogno di battere un colpo forte nel proprio cammino verso la salvezza. Nel derby contro la Giana Erminio, i nerazzurri non possono fare calcoli, ma giocare esclusivamente per i tre punti che consentirebbero di tirare un bel sospiro di sollievo e di preparare la volata finale con maggior entusiasmo. E’ il decimo precedente tra queste due formazioni, con bilancio ad ora favorevole al Renate (quattro vittorie, a fronte di due pareggi e tre k.o.), vincente a dicembre sul campo dei biancazzurri, ora rigenerati sotto la cura Maspero. Aimo Diana, puntualmente cambia modulo tattico, optando per il 3-5-2 che vede il ritorno a sorpresa di Gomez dal 1′. Rispetto a Fano si rivede anche capitan Teso nel cuore della difesa, con Guglielmotti e Vannucci esterni alti. Confermato il 3-4-1-2 in casa biancazzurra. Tre i forfait per squalifica, con Perna, Jefferson e Pinto fermati dal Giudice Sportivo. C’è Palesi da trequartista alle spalle del giovane Mutton e di Rocco, match winner nel derby vinto contro il Monza di domenica scorsa. In mediana accanto a Barba c’è Dalla Bona (forfait di Piccoli in riscaldamento), con Giudici e Solerio pronti a garantire la solita spinta offensiva, dietro la variazione è Origlio al posto di Gianola.

Sospinta dalla grande presenza di settore giovanile e attività di base, la formazione di Aimo Diana parte col gas. Guglielmotti dopo 40” fugge via a destra e mette un traversone su cui Spagnoli fa da sponda, ma il più lesto è Montesano, che allontana la minaccia in qualche modo. Promettente avvio delle pantere, che vanno a pressare alto e che sembrano avere più “gamba” degli uomini di Maspero. Padroni di casa che rapidamente inanellano una serie di corner, da uno di questi è bravissimo Leoni a smanacciare e negare la gioia del gol a Vannucci. Al 23′, a sorpresa, il vantaggio ospite. Break di Mutton, filtrante coi tempi giusti per Rocco che esplode un destro violento su cui Cincilla non può nulla. Un colpo al cuore del Renate, fino a quel momento davvero convincente. Naturalmente, sulla sponda opposta, la Giana trae grande beneficio dal vantaggio, giocando con ancora maggior leggerezza, sfruttando la versatilità di Palesi, uomo ovunque e prezioso raccordo tra centrocampo e attacco. La spinta del Renate perde vigore con il passare dei minuti, servirebbe un episodio favorevole per riaccendere la fiamma della speranza. Primo tempon in archivio: Giana avanti, pantere obbligate ad un secondo tempo super offensivo, senza possibilità di fare calcoli.

Pronti via, e mister Diana opera subito due sostituzioni, apportando anche una variazione tattica. Fuori Pavan e Teso, dentro Anghileri e Piscopo, con passaggio al 4-4-2. al 2′ subito un episodio molto discutibile. Nell’uno contro uno Bonalumi affossa Spagnoli, ma per il direttore di gara è solo cartellino giallo, nonostante la chiara occasione da gol. Gomez dalla “mattonella” preferita, ma palla di molto alta sulla traversa. Al 10′ Renate vicino al pareggio. Il cross da sinistra di Vannucci viene spizzato da Gomez e giunge sul palo lontano, Spagnoli calcia di prima intenzione, con Leoni che si rifugia in corner. Forcing nerazzurro, al 16′ Piscopo ha la palla perfetta per l’1-1, ma Leoni allunga la mano, con la sfera che pizzica il palo e che vanifica il successivo tentativo di Gomez, peraltro in offside. Deve rischiare la formazione di casa, non ci sono alternative. Al 27′ altra proteste in area Giana. Spagnoli con un guizzo passa tra due difensori e va giù prima di calciare, per Robilotta non ci sono gli estremi per il penalty. Intanto, Diana inserisce anche Venitucci, per una sorta di 4-2-4. Clamoroso al 33′: inserimento in area di Simonetti, agganciato da dietro. Robilotta in buonissima posizione, ancora una volta fa cenno di proseguire. E allora, la Giana si salva, e addirittura raddoppia al minuto 38. Rocco va via di prepotenza a destra, il tiro-cross non viene trattenuto da Cincilla, con Capano che insacca indisturbato. Game, set match per la formazione di Gorgonzola, che avvicina sensibilmente la salvezza. Il nervosismo in casa nerazzurra aumenta, ma il rosso diretto ad Anghileri francamente fa sorridere, soprattutto in considerazione degli episodi chiave non sanzionati in favore dei padroni di casa. L’ennesimo k.o. casalingo complica maledettamente la vita al Renate, che sabato nel turno pre-pasquale sarà di scena a Bolzano (ore 16,30).

Settore Giovanile: cosa ci aspetta nel weekend…

By on 13 Aprile 2019

 

RENATE – Buongiorno popolo nerazzurro e buon fine settimana a tutti. La Santa Pasqua si avvicina… siete pronti a sostenere e incitare assieme a noi le nostre Pantere? Bene, si inizia questo pomeriggio, con le Pantere Berretti di misterStefano Citterio impegnate nell’ultima gara di campionato a Romagnano Sesia contro il Gozzano. Ultima chiamata anche per le nostre Pantere U13, che sfidano nel recupero di campionato i “Diavoli” del Milan. Doppia sfida di campionato tra le nostre Pantere U17 di mister Giancarlo Robbiati e U15 di mister Davide Bianchessi e il Cuneo, mentre le Pantere U16 di mister Emanuele Russo fanno visita alla Giana Erminio. Ne vedremo davvero delle belle… I nostri ragazzi hanno bisogno anche di tutto il vostro sostegno! Forza Renate!

Attività di base: lo spettacolo non manca mai!

By on 8 Aprile 2019

 

RENATE – La stagione sta per volgere ormai al termine, quasi tutti i campionati, anche quelli dell’attività finale, sono alle battute finali. E’ così tempo di tornei, tantissimi gli inviti che riceviamo, e numerosissime sono le manifestazioni a carattere regionale e nazionale alle quali partecipiamo. Ecco qui le “cartoline” più belle dello scorso week-end:

ESORDIENTI 2007 – Si è conclusa con un ottimo quarto posto la partecipazione delle nostre Panterine annata 2007 al torneo di Magnago organizzato dall’Aurora Pro Patria 1919. I nerazzurri (qui sotto in foto) sono stati superati dalla Folgore Caratese al termine di una finalina davvero avvincente ed entusiasmante.

PRIMI CALCI 2011 – Giornata bellissima per le nostre splendide e piccole Panterine annata 2011 (dedichiamo a loro la foto-copertina), impegnate nel Torneo ConcoCup Memorial Mattia Crippa, kermesse organizzata dalla G.S.D. Concorezzese e che ha visto la partecipazione di numerose società professionistiche. I piccoli campioncini nerazzurri sono stati inseriti nel girone A con Milan, Pro Sesto e Varesina, incontrando nella fase finale il Vis Nova Giussano. Divertimento e spettacolo anche durante il cerimoniale delle premiazioni, con le nostre piccole Panterine in posa con il grandissimo campione Pepe Reina.

Settore Giovanile: il bilancio del weekend

By on 8 Aprile 2019

 

RENATE – Weekend non esaltante, è questa la vera novità riguardante il nostro super settore giovanile. Berretti definitivamente estromessa dalla corsa playoff, Under 16 ora a caccia di una vera e propria impresa. Ma ecco nel dettaglio il riepilogo del fine settimana nerazzurro.

BERRETTI:

Sfumano sul più bello le speranze delle nostre Pantere Berretti di mister Stefano Citterio, Finisce 2-2 al “Mario Riboldi” contro l’AlbinoLeffe, con i nerazzurri che devono abbandonare le già residue possibilità di strappare la quarta posizione finale al Monza, corsari sul campo dell’Aurora Pro Patria. Davvero un peccato perché oggi come in altre occasioni durante la stagione, i ragazzi di mister Citterio hanno messo in campo grinta e carattere da vendere, e grazie ad una ripresa perfetta sono riusciti a rimontare due gol di svantaggio, creando anche alcune limpide occasioni per trovare il successo finale. Bellissima la reazione nella ripresa con Castria che riapre la contesa su calcio di rigore, quindi è Donadio a ristabilire la parità evitando così ai suoi una sconfitta davvero ingiusta ed immeritata.

UNDER 17:

Sconfitta indolore per le nostre Pantere U17 (in foto) di mister Giancarlo Robbiati, superate (2-1) dalla Pro Vercelli. Nerazzurri avanti nelle prime battute di gioco grazie ad uno scatenatissimo Ripamonti, quindi pareggio dei padroni di casa sul finire di primo tempo. Nella ripresa la Pro Vercelli scuote il match con il secondo gol che risulterà essere poi decisivo. Come detto, sconfitta che non influisce sulla graduatoria dei nostri ragazzi, già sicuri di accedere alle fasi finali scudetto come seconda squadra classificata.

UNDER 16:

Si complica il cammino delle nostre Pantere U16 di mister Emanuele Russo verso le fasi finali di categoria. I nerazzurri cedono contesa e tre punti al Monza 1912 e restano così inchiodati al quinto posto in classifica, a cinque lunghezze di ritardo ma con una partita in meno dai biancorossi (ora terzi). Certo, mancano ancora tre giornate al termine, nove punti a disposizione, e tutto può ancora cambiare. Ma è altrettanto chiaro che per la rincorsa delle nostre Pantere è vietato il minimo passo falso. Davvero un peccato, anche perchè l’inizio è stato uno dei più promettenti, con i nerazzurri avanti grazie alla rete di Rosa e in pieno e perfetto controllo della contesa. Gli ospiti, traditi dal dischetto nell’unica occasione da rete creata, non si sono però scomposti e nella ripresa hanno trovato la forza per ribaltare le sorti dell’incontro, decisivo in questo senso l’ex Pantera Russica.

UNDER 15:

E’ finita in parità (0-0) l’attesissima sfida tra le nostre Pantere U15 di mister Davide Bianchessi e la Pro Vercelli. Una partita che nonostante avesse davvero poco da dire in chiave classifica, ha visto due squadre duellare a viso aperto e dar vita ad una gara a dir poco combattuta ed avvincente. Un bellissimo pareggio insomma per i nerazzurri, ora attesi dall’ultima fatica della regular season, domenica prossima contro il Cuneo.

UNDER 13:

Sconfitta amara per le nostre Pantere U13 di mister Stefano Marcandalli, che si congedano dal pubblico di casa dopo aver ceduto il passo allaCremonese. E’ finita 3-1 per i grigiorossi ospiti, abili a mettere in difficoltà, e superare, i nerazzurri nelle ultime due frazioni di gioco. Nel primo tempo molto meglio le Pantere, a segno grazie a Tironi. Certamente non la miglior gara per i nostri ragazzi, che ora attendono il recupero di sabato prossimo contro il Milan prima di salutare definitivamente questo campionato.

Il gol manca ancora, a Fano è terzo 0-0 di fila

By on 7 Aprile 2019

 

A.J. FANO – RENATE 0-0

A.J. FANO (3-5-2): Sarr; Sosa, Konate, Magli; Clemente, Tascone (29′ st Acquadro), Ndiaye (1′ st Filippini), Selasi, Liviero (44′ st Setola); Ferrante (20′ st Mancini), Scardina (20′ st Morselli). A disposizione: Mariani, Vitturini, Diallo, Celli, Cernaz. All. Brini

RENATE (4-3-3): Cincilla; Guglielmotti (39′ st Saporetti), Caverzasi, Priola, Vannucci; Simonetti (39′ st Quaini), Pavan, Rossetti; Venitucci (29′ st Pattarello), Spagnoli, Piscopo (33′ st Finocchio). A disposizione: Vinci, Teso, Anghileri, Gomez, Rada, Caccin, Li Gotti, Vassallo. All. Adamo (Diana squalificato)

ARBITRO: Sig. Acanfora di Castellammare di Stabia (Sig. Saccenti di Modena – Sig. Baldelli di Reggio Emilia)

NOTE: Giornata mite e soleggiata, terreno di gioco in discrete condizioni. Ammoniti Scardina (F), Spagnoli, Pavan (R). Calci d’angolo: 4-2 Fano. Recupero: 0′ pt + 4′ st.

FANO (PU) – Ancora un punto per il Renate, che a Fano incamera il quattordicesimo pareggio stagionale. I ragazzi, diretti oggi da mister Adamo, non riescono a far breccia nel muro difensivo marchigiano, sprecando anche il possibile “blitz” in un finale ad alta tensione.

Spareggio di capitale importanza per il Renate di Aimo Diana. Per il match contro l’Alma il tecnico nerazzurro vira al 4-3-3 con Venitucci e Piscopo spalle di Spagnoli. In difesa Guglielmotti prende il posto di un Anghileri alle prese con un fastidio muscolare, mentre a sorpresa, in coppia con Priola c’è Caverzasi. In mediana Rossetti preferito a Quaini, con Simonetti al rientro dal 1′. In casa marchigiana, mister Brini sceglie di fatto lo stesso starting eleven vincente mercoledì nel recupero con la Fermana, fatta eccezione per Selasi titolare in luogo dello squalificato Lulli. Modulo 3-5-2 per i granata, attacco piu asfittico del gruppo (pantere terzultime) nonostante le due reti realizzate nella gara di mercoledì.

Tutto come da copione al “Mancini”, avvio molto contratto per entrambe le squadre, che di fatto si annullano, consapevoli che anche un singolo errore può rivelarsi fatale. I primi 20′ vanno in archivio senza lasciar traccia, è 0-0 tra Alma e Renate. La situazione non cambia con il passare dei minuti, anche se la sensazione è che le pantere quanto meno provino a fare gioco contro un avversario molto restio nel proporsi in fase offensiva. Al 31′ la prima conclusione brianzola, ma il destro di Simonetti si spegne innocuo sul fondo. Al 43′ la miglior chance della prima frazione. Guglielmotti riesce a “sgasare” a destra e con l’esterno mette un pallone insidiosissimo che capitan Sosa legge bene, anticipando di un soffio Spagnoli. È tutto per un primo tempo davvero scialbo, in cui i nerazzurri sono stati più pimpanti e intraprendenti.

Mister Brini, non contento della prima parte di gara, opera subito un cambio, e con l’ingresso di Filippini è 3-4-1-2, proprio con l’ex Pordenone alle spalle di Scardina e Ferrante. In effetti, l’avvio granata è di quelli bellicosi, ma la fiamma si spegne pressochè subito. Con i risultati sugli altri campi, a nessuna delle due squadre basta il pareggio. Lotta di nervi al “Mancini”, ma di emozioni nemmeno l’ombra. Scocca la mezz’ora della ripresa, tutto procede allo stesso modo: tanta confusione, gioco spezzettato e 0-0 che resiste. Rettilineo d’arrivo, apnea piena per Fano e Renate, chiamate a centrare i tre punti per rinverdire la classifica. Come nei primi 45′, anche a ridosso del recupero il Renate spreca il colpo-partita. Dirompente l’avanzata di Pattarello, perfetto anche il lancio sul palo lontano per Spagnoli, che però calcia altissimo. Al 93′ Pavan di forza guadagna l’out di destra, la sfera arriva sul sinistro di Vannucci che non inquadra lo specchio di porta per la disperazione di tutta la panchina nerazzurra. Terzo 0-0 consecutivo per le pantere, che avanzano piano e che fra una settimana avranno il derby della vita contro la Giana Erminio (ore 20,30).

Berretti: pari amaro, nerazzurri a fine corsa…

By on 6 Aprile 2019

 

RENATE – Sfumano sul più bello le speranze delle nostre Pantere Berretti di mister Stefano Citterio, Finisce 2-2 al “Mario Riboldi” contro l’AlbinoLeffe, con i nerazzurri che devono abbandonare le già residue possibilità di strappare la quarta posizione finale al Monza, corsaro sul campo dell’Aurora Pro Patria. Davvero un peccato perché oggi come in altre occasioni durante la stagione, i ragazzi di mister Citterio hanno messo in campo grinta e carattere da vendere, e grazie ad una ripresa perfetta sono riusciti a rimontare due gol di svantaggio, creando anche alcune limpide occasioni per trovare il successo finale. Bellissima la reazione nella ripresa con Castria che riapre la contesa su calcio di rigore, quindi è Donadio a ristabilire la parità evitando così ai suoi una sconfitta davvero ingiusta ed immeritata. Forza Ragazzi! Forza Renate!