Posts by: uffstampa

Scappa la Juve ma il Renate rincorre, sorpassa e vince!

By on 18 Aprile 2021

 

RENATE – JUVENTUS UNDER 23 2-1

RENATE (3-5-2): Gemello; Anghileri (40′ st Santovito), Silva, Possenti; Guglielmotti, Kabashi, Ranieri (40′ st Damonte), Marano (36′ st Lakti), Rada; Galuppini, Maistrello (45′ st Nocciolini). A disposizione: Bagheria, Giovinco, Langella, Magli, Vicente, Burgio. All. Diana

JUVE U23 (3-5-2): Israel; Dragusin, Alcibiade, Anzolin; Di Pardo, Rafia (22′ st Dabo), Peeters (22′ st Leone), Fagioli, Akè; Brighenti, Marques. A disposizione: Nocchi, Bucosse, Boloca, Troiano, Ranocchia, Compagnon, Vrioni, Gozzi Iweru, Barbieri, Delli Carri. All. Zauli

ARBITRO: Sig. Bordin di Bassano del Grappa (Sig. Perrelli di Isernia – Sig. Lalomia di Agrigento; Sig.na Pirriatore di Bologna)

RETI: 17′ Akè (J), 26′ Possenti (R), 4′ st Maistrello (R)

NOTE: Giornata mite con cielo coperto, terreno di gioco in discrete condizioni. Nessun espulso, ammoniti Kabashi, Silva, Marano (R), Brighenti (J). Calci d’angolo: 7-6 Renate. Recupero: 0′ pt + 5′ st.

MEDA – Seconda vittoria interna consecutiva per il Renate, che dimentica subito il k.o. beffardo di Pistoia, battendo in rimonta – come all’andata – la giovane ma talentuosa Juventus U23. Bianconeri avanti in mischia da corner con la zampata di Akè, poi brave le pantere a restare sul pezzo e a impattare quasi subito con il 4° centro in campionato di Possenti, ancora una volta imperioso nel gioco aereo da palla inattiva. Partita molto equilibrata nella prima frazione, decisamente a tinte nerazzurre nei secondi 45′. Il gol-vittoria arriva dopo nemmeno quattro minuti. Manovra collettiva da spellarsi le mani, con assist perfetto di Rada e perfetta finalizzazione di Maistrello, giunto alla rete numero sette con questi colori. Poca sofferenza per Gemello e compagni, nel finale Renate che si vede annullare il 3-1 firmato Guglielmotti. Pantere che agganciano la Pro Vercelli (che ha però due gare da recuperare) a quota 61: domenica ultima – e comoda – trasferta di regular season sul campo della Pro Sesto. Di seguito, le fasi salienti del match di oggi.

10′: fase molto equilibrata del match, nessuna delle due squadre sembra avere l’inerzia del gioco in mano.

17′: Juventus in vantaggio. Sugli sviluppi di un corner da destra, contatti e mischia in area, tocco vincente sotto rete di Marley Akè. Come all’andata, bianconeri che passano a condurre.

18′: immediata reazione nerazzurra. Possenti trova Galuppini per vie centrali, discesa del 14 e scarico a sinistra per Marano, che rientra sul destro e dal vertice dell’area schiaccia troppo il destro che gonfia… la rete esterna.

26′: GOOOOOOL RENATE! La parabola di Galuppini da corner è un invito perfetto per Possenti, che appostato sul primo palo impatta di testa mandando la sfera nell’angolo opposto. israel battuto, è 1-1 al “Città di Meda”.

29′: Brighenti cerca il gol dell’ex! Il numero 11 ospite ci prova col sinistro da limite, sinistro alto di un soffio.

43′: Guglielmotti ara la corsia destra e crossa al centro per Maistrello, colpo di testa che non inquadra lo specchio di porta.

45′ + 1: Bordin manda le due squadre negli spogliatoi. Ad Akè risponde Possenti, match pari sotto tutti i punti di vista.

46′: nessuna sostituzione, Renate-Juventus Under 23 riprende con gli stessi 22 protagonisti.

49′: GOOOOOOL RENATE! Che azione delle pantere! Galuppini con intelligenza serve la corsa di Rada, che da sinistra lascia partire un cross su cui Maistrello si avventa come un falco, anticipando Alcibiade e bucando un incolpevole Israel. La ribaltano i ragazzi di Aimo Diana.

57′: reazione juventina. Brighenti forse serve con un attimo di ritardo il compagno di reparto Marques, che da posizione defilata costringe Gemello alla deviazione in angolo.

63′: Renate vicino al 3-1. Guglielmotti, servito da Galuppini, va sul fondo e crossa. Il colpo di testa d Marano viene allontanato al limite. Kabashi si coordina e con il mancino chiama Israel ad un grande intervento d’istinto.

64′: ancora Renate. Galuppini stavolta si mette in proprio, si accentra e spara un sinistro che passa a pochi millimetri dal palo.

67′: cambi in casa Juventus. Escono Peeters e Rafia, al loro posto entrano Leone e Dabo.

81′: primo cambio per Aimo Diana. Esce uno stremato Marano, entra Erald Lakti.

85′: problemi di crampi per Anghileri, ma anche Ranieri non è al meglio. Riccardo Santovito rileva il capitano, Loris Damonte aumenta i centimetri in casa nerazzurra.

89′: esce dal campo il match-winner, Tommy Maistrello. Al suo posto Manuel Nocciolini per il recupero.

90′ + 1: Brighenti, servito da Fagioli, addomestica la sfera nell’area piccola, ma in precario equilibrio non trova lo specchio di porta.

90′ + 2: Alcibiade ha sul piatto destro la chance di impattare, conclusione troppo debole che Gemello blocca senza problemi.

90′ + 4: Galuppini con un cross taglia l’intera area piccola, Guglielmotti di potenza appoggia in rete. Il 3-1 viene però invalidato dall’assistente di linea per presunto offside di Guglielmotti. Secondo gol consecutivo annullato al laterale vercellese.

90′ + 5: Fischietto in bocca per Bordin, che sancisce la fine del match. Successo più che meritato per il Renate, il 18° in questo campionato.

 

 

 

Il Renate domina ma non concretizza, alla Pistoiese basta un guizzo

By on 11 Aprile 2021

 

PISTOIESE- RENATE 1-0

PISTOIESE (3-5-2): Nordi; Baldan, Varga (40′ st Giordano), Pezzi; Mazzarani, Mal (40′ st Stoppa), Spinozzi (27′ Maurizi), Simonetti, Simonti; Valiani (40′ st Tempesti), Chinellato (19′ st Cerretelli). A disposizione: Vivoli, Lo Faso, Cavalli, Momentè, Renzi, Romani, Rondinella. All. Sottili

RENATE (3-5-2): Gemello; Anghileri, Damonte (1′ st Silva), Magli (1′ st Possenti); Guglielmotti, Kabashi, Ranieri (29′ st Burgio), Marano (9′ st Maistrello), Rada; Galuppini, Nocciolini (24′ st Giovinco). A disposizione: Bagheria, Langella, Santovito, Lakti. All. Diana

ARBITRO: Sig. Natilla di Molfetta (Sig. Valletta di Napoli – Sig. Madonia di Palermo; Sig. Rinaldi di Bassano del Grappa)

RETE: 19′ Chinellato

NOTE: Giornata mite con pioggia intermittente, terreno di gioco in buone condizioni. Nessun espulso, ammoniti Mal (P), Rada (R). Calci d’angolo: 7-2 Renate. Recupero: 2′ pt + 6′ st. Gara a porte chiuse.

PISTOIA – La Pistoiese torna a vincere dopo quasi 3 mesi, e lo fa contro un Renate che ha costruito tantissimo, senza però concretizzare. Un dominio costante da parte dei nerazzurri, puniti al primo tiro orange scoccato da Chinellato. Almeno 3-4 nitide palle-gol sullo 0-0, un monologo lungo 51′ nella ripresa, in cui viene annullata una rete all’ex Guglielmotti. Pistoiese che incassa tre punti d’oro per tenere accesa la fiamma della speranza, pantere che tornano in Brianza con la consapevolezza di una buona prestazione e la rabbia per un k.o. difficilissimo da accettare.

Ecco i momenti cruciali del match.

4′: Rada dal fondo crossa sul primo palo, Nocciolini anticipa Baldan ma la sfera, deviata da Nordi, colpisce il palo e va sul fondo. Corner lampante, non per Natilla.

6′: gran palla da destra di Guglielmotti, Nocciolini arriva primo sul pallone ma spara alto.

13′: Renate che imperversa sulla corsia destra. Stavolta a crossare è Kabashi, Rada arriva in ‘estirada’ sul secondo palo ma la palla esce di pochissimo.

14′: ancora Guglielmotti ad arare la fascia. Altra palla ghiotta verso il centro con Nocciolini che ‘sbuccia’ e Marano a calciare sul fondo da favorevole posizione. Assedio brianzolo, ma la precisione sotto rete latita.

19′: GOL PISTOIESE. Ripartenza arancione orchestrata da Valiani, Chinellato riceve a 30 metri dalla porta e prima di entrare in area scaglia un destro su cui Gemello è sorpreso. Vantaggio a sorpresa per la formazione di Sottili. Gemello avrebbe potuto (e dovuto) fare di più.

24′: gran break di Rada per vie centrali, la mezzala albanese viene abbattuta in area di rigore. Per Natilla il fallo è cominciato fuori dai sedici metri, concedendo dunque punizione dal limite.

25′: Nocciolini cerca di far passare la sfera sotto la barriera, nulla di fatto.

27′: problemi fisici per Spinozzi che lascia il campo. Entra Maurizi, Pistoiese che passa al 3-4-2-1.

29′: cross da destra di Anghileri, Marano salta prima di tutti ma non inquadra lo specchio di porta.

45′ + 2: squadre negli spogliatoi per l’intervallo. Il Renate è sotto e deve mangiarsi le mani per la mole di gioco non concretizzata.

46′: doppio cambio nerazzurro in difesa. Escono Damonte e Magli, entrano Silva e Possenti.

55′: esce Marano, dentro Maistrello e passaggio al 4-2-3-1.

63′: Nocciolini cerca gloria dai 25 metri, conclusione poco precisa.

64′: secondo cambio per Sottili. Fuori Chinellato dentro Cerretelli. Si copre la squadra di casa.

69′: Silva carica un destro velenoso che batte a terra e costringe Nordi alla deviazione in angolo. Nel frattempo Nocciolini viene rimpiazzato da Giovinco. Diana passa al 4-3-1-2.

73′: corner corto battuto da Giovinco, Ranieri scodella sul secondo palo per Guglielmotti, che di testa impatta e supera Nordi con l’aiuto del palo. Madonia annulla per sospetto offside del laterale nerazzurro.

74′: ultimo cambio Renate. Burgio per Ranieri.

84′: cross da destra di Anghileri, il colpo di testa di Maistrello a botta sicura sfiora la traversa. Altra chance sprecata.

85′: triplice cambio per i padroni di casa. Sottili toglie Valiani, Mal e Varga, al loro posto subentrano Tempesti, Stoppa e Giordano.

90′: Natilla concede 6′ di recupero.

90′ + 2: Galuppini prova a pescare il jolly dalla distanza, pallone alto.

90′ + 3: la Pistoiese sfiora il raddoppio in contropiede. Stoppa fa tutto bene, Gemello gli sbarra la strada.

90′ + 4: anche Kabashi si mette in proprio alla ricerca del pareggio, ma è una conclusione innocua.

90′ + 6: triplice fischio finale. Al “Melani” il Renate perde una partita assurda, dominata e controllata dall’inizio. Troppa imprecisione sotto porta castiga i nerazzurri, che fra sette giorni ospiteranno la Juventus Under 23.

 

 

Marano e Galuppini a segno, il Renate batte un colpo!

By on 7 Aprile 2021

 

RENATE – PERGOLETTESE 2-0

RENATE (3-5-2): Gemello; Anghileri, Magli, Merletti (21′ Santovito); Guglielmotti, Kabashi, Ranieri, Marano (35′ st Lakti), Rada (25′ st Burgio); Galuppini, Maistrello (35′ st Nocciolini). A disposizione: Bagheria, Giovinco, Langella, Vicente, Damonte. All. Diana

PERGO (4-3-3): Soncin; Candela (38′ st Faini), Panatti, Ferrara, Villa; Ferrari (1′ st Ceccarelli), Palermo (1′ st Morello), Duca; Bariti, Longo (24′ st Kanis), Varas. A disposizione: Ghidotti, Figoli, Tosi, Lamberti, Girelli. All. De Paola

ARBITRO: Sig. Catanoso di Reggio Calabria (Sig. Poma di Trapani – Sig. Cleopazzo di Lecce; Sig. Milone di Taurianova)

RETI: 11′ Marano, 49′ st Galuppini

NOTE: Giornata fredda e soleggiata, con forti raffiche di vento. Terreno di gioco in buone condizioni. Nessun espulso, ammoniti Maistrello, Marano, Santovito (R), Palermo, Ferrara, Ferrari, Ceccarelli e Kanis (P). Calci d’angolo: 5-4 Renate. Recupero: 1′ pt + 4′ st.

MEDA – Dopo tre sconfitte consecutive, il Renate interrompe il trend negativo nel recupero della 32^ giornata contro una Pergolettese in buona salute. Una rete per tempo certifica la vittoria numero 17 in campionato, Un record assoluto per i nerazzurri, che intanto ritoccano il massimo di punti in C salendo a quota 58 con quattro gare in calendario. Gara ben interpretata dai ragazzi di Aimo Diana, con un primo tempo convincente in cui risalta la splendida realizzazione (prima con questa maglia) di Francesco Marano. Un bolide il suo da una ventina di metri, con Soncin incolpevole. Acquisito il vantaggio, le pantere cercano di raddoppiare per garantirsi un pomeriggio di relativa tranquillità. Nella ripresa sono ghiotte le occasioni, nei primi 5′, non concretizzate da Galuppini. Ed allora il Pergo, tutto a trazione anteriore negli ultimi 20′, prende coraggio e assalta a testa bassa. Nello sprint finale i gialli di De Paola sfiorano per due volte l’1-1: prima con Kanis (diagonale velenoso) e poi con Faini (colpo di testa a fil di palo). I cremaschi danno il tutto per tutto, ma con il baricentro altissimo rischiano, ed infatti la ripartenza di Nocciolini è letale. Il “barba-bomber” è altruista nel servire Galuppini, dribbling sull’estremo difensore in uscita e comodo appoggio per il 12° timbro in campionato che combacia con il triplice fischio finale. Nerazzurri che ora tornano ad occupare la 4^ posizione, alla vigilia di una delicata trasferta domenica (ore 15.00) sul campo di una Pistoiese più che mai spalle al muro.

Troppi regali concessi, Renate ancora battuto

By on 3 Aprile 2021

 

RENATE – OLBIA 1-2

RENATE (3-5-2): Bagheria; Anghileri, Silva, Possenti; Guglielmotti, Ranieri (76’ Santovito), Lakti (85’ Vicente), Rada, Burgio (76’ Marano); Giovinco (55’ Magli), Nocciolini (55’ Maistrello). A disp: Gemello, Merletti, Langella, Galuppini. All. Diana

OLBIA (4-3-1-2): Tornaghi, Arboleda, Altare, Emerson, Demarcus; Occhioni (69’ Gagliano), La Rosa, Pennington (81’ Belloni); Biancu, Ragatzu, Udoh. A disp: Van der Want, Giandonato, Marigosu, Cossu, Secci, Putzu, Cabras. All. Canzi

ARBITRO: Sig. Arena di Torre del Greco (Sig. Cavallina – Sig. Pascali; Sig. Bordin)

RETI: 5′ Guglielmotti (R), 28′ st Ragatzu (O), 41′ st Gagliano (O)

NOTE: Giornata mite e soleggiata con forti raffiche di vento, terreno di gioco in buone condizioni. Espulso Silva (R) al 9′ st per fallo da ultimo uomo, ammoniti Possenti, Rada, Lakti (R), Biancu (O). Calci d’angolo: 7-5 Renate. Recupero: 0′ pt + 5′ st.

MEDA – Terza sconfitta consecutiva per il Renate, raggiunto e sorpassato dall’Olbia negli ultimi 20′ del match. Nerazzurri subito avanti al 5′ con la prima rete stagionale di Guglielmotti, autore di uno splendido sinistro a giro che non ha lasciato scampo a Tornaghi. Nocciolini pochi minuti dopo strozza il destro che avrebbe potuto mettere il punto esclamativo alla sfida. Poi, nella ripresa, ancora Nocciolini ad un passo dal 2-0 con un sinistro che passa a pochissimi centimetri dal palo, ed il cartellino rosso estratto ai danni di Silva che cambia tutto. Olbia che ci crede e che perviene al pareggio al 28′. Cambio di gioco che coglie impreparata la difesa, Pennington va via facile a Burgio e mette una palla che Ragatzu, astutamente, spedisce sul palo più lontano. Amnesie che costano carissimo anche in occasione del raddoppio. I bianchi di Canzi combinano con troppa facilità nei sedici metri, stavolta il tocco vincente sotto porta è di Gagliano. Punti vitali per i sardi nella corsa salvezza, mentre il Renate è ora chiamato a ritrovare l’identità svanita in un girone di ritorno da tredici punti in quattordici gare. Pantere in campo mercoledì pomeriggio (ore 15.00) al “Città di Meda” per il recupero contro la Pergolettese.

Primavera 3: contro la Pro Patria primo successo in campionato!

By on 31 Marzo 2021

 

PRO PATRIA – RENATE 0-1

RENATE: Proverbio, Nespoli (13’ st Costanzo), De Meo, Cisternino, Trubia, Stamato, Sardo (41’ st Bosco), Rosa (13’ st Meroni), Tramutoli (41’ st Maccario), Bianchi (26’ st Butti), Colombo. A disposizione: Glionna, Selmo, Maffia, Eberini, Cammara, Piccone. All: Battilana

RETE: 42′ rig. Cisternino

OLGIATE OLONA – Le pantere di mister Matteo Battilana, dopo tre sconfitte consecutive stampano il primo successo della stagione in casa della Pro Patria nel recupero disputato ieri pomeriggio. E’ finita 1-0 grazie al calcio di rigore trasformato da Mattia Cisternino al 43′ del primo tempo. Vittoria bella e meritatissima per i ragazzi nerazzurri, che hanno voluto dedicare il primo hurrà stagionale a Daniel Guerini, il giovane calciatore della Lazio, prematuramente scomparso settimana scorsa.

Derby amarissimo, i tre punti vanno alla Giana

By on 28 Marzo 2021

 

GIANA ERMINIO – RENATE 2-1

GIANA (3-5-2): Acerbis; Marchetti, Bonalumi, Montesano; Perico, Palazzolo (20′ st Finardi), Pinto, Greselin (20′ st Capano), Madonna (45′ st Barazzetta); Corti (31′ st D’Ausilio), Perna (45′ st Rossini). A disposizione: D’Aniello, Ferrario, Benatti, Zugaro, Dalla Bona, Pirola. All. Brevi

RENATE (3-5-2): Gemello; Silva, Damonte (1′ st Possenti), Magli; Guglielmotti (27′ st Giovinco), Kabashi, Ranieri (27′ st Marano), Rada (43′ st Burgio), Anghileri; Galuppini (17′ st Nocciolini), Maistrello. A disposizione: Bagheria, Merletti, Langella, Santovito, Vicente, Lakti. All. Diana

ARBITRO: Sig. Garofalo di Torre Annunziata (Sig. Fontemurato di Roma 2 – Sig. Bahri di Sassari; Sig. Gualtieri di Asti)

RETI: 28′ Corti (G), 46′ Anghileri (R), 34′ st Perna (G)

NOTE: Giornata mite e soleggiata, terreno di gioco in cattive condizioni. Nessun espulso, ammoniti Pinto, Palazzolo (G), Kabashi, Rada, Maistrello, Marano (R). Calci d’angolo: 6-4 Giana. Recupero: 1′ pt + 4′ st.

GORGONZOLA – Seconda, beffarda sconfitta consecutiva per le pantere, che perdono il derby contro una Giana galvanizzata giunta al 4° successo consecutivo. Le pantere disputano un ottimo primo tempo, sprecano un penalty con Galuppini e vengono trafitte da una conclusione di Perna che, complice una deviazione, assume una traiettoria letale per Gemello. Renate poco fortunato, per usare un eufemismo. Di seguito gli spunti salienti del match.

2′ Galuppini toccato in area di rigore. Garofalo lascia proseguire.

11′ Corner calciato da Galuppini, intelligente tocco di Ranieri per il destro in corsa di Silva. Palla che sibila il palo!

20′ Percussione inarrestabile di Galuppini, che all’ingresso in area viene agganciato da Pinto. Penalty ed ammonizione per il capitano di casa.

22′ Acerbis col piede dice no a Galuppini! Si resta sullo 0-0 a Gorgonzola.

28′ Vantaggio Giana. Palla persa in uscita, servizio preciso per Corti che con il mancino trafigge Gemello sul primo palo. Pantere sotto alla prima palla-gol concessa.

29′ Immediata reazione nerazzurra. Guglielmotti verticalizza per Maistrello, assist per Galuppini che a botta sicura vede il suo destro respinto da Acerbis.

45′ Concesso un minuto di recupero.

45 + 1′ GOOOOL RENATE! All’ultimo assalto della prima frazione. Guglielmotti prende il fondo, cross basso e millimetrico per la zampata sotto porta di Anghileri. Terzo gol stagionale per il capitano!

46′ Primo cambio. Possenti per Damonte in casa Renate.

53′ Galuppini prova il sinistro a giro, nulla di fatto.

62′ Secondo cambio Renate. Nocciolini per Galuppini.

65′ Brevi cambie le sue mezzali di centrocampo. Escono sia Palazzolo che Greselin, entrano Finardi e Capano.

72′ Aimo Diana mischia ancora le carte e opta per il 3-4-1-2. Abbandonano il campo il rientrante Guglielmotti e Ranieri, spazio a Marano e Giovinco.

79′ Vantaggio Giana. Perna, da posizione defilata lascia partire un sinistro che, complice una deviazione, assume una traiettoria assurda che inganna Gemello. Autentico “gollonzo” biancazzurro.

88′ Dentro un esterno (Burgio) per lo stremato (e sempre positivo) Rada.

89′ Proprio Burgio ad un passo dal 2-2. Cross da destra di Anghileri, il classe 2001 svetta di testa ma la sfera non inquadra lo specchio di porta.

90′ Ultimi cambi per la Giana. Escono Madonna (per Barazzetta) ed il match-winner Perna, rimpiazzato da Rossini. Intanto Garofalo annuncia 4′ di recupero.

90′ + 4′ Arriva il triplice fischio che fa calare il sipario sul derby. Giana che intravede la salvezza grazie alla quarta vittoria consecutiva, Renate che perde ulteriore terreno dalla capolista Como, anche se con un recupero da giocare. Pantere sabato di scena al “Città di Meda” contro l’Olbia (ore 15.00) nel turno che precede Pasqua.

Ufficiale: rinviata Renate-Pergolettese!

By on 19 Marzo 2021

 

RENATE – La Lega Pro, alla luce dell’emergenza Covid-19 riscontrata in casa Pergolettese, ha disposto il rinvio del match della 32^ giornata in programma lunedì 22 marzo. Già ufficiale la data del recupero: si giocherà mercoledì 7 aprile alle ore 15.00 al “Città di Meda”.

Due autoreti affossano le pantere al “Moccagatta”…

By on 18 Marzo 2021

 

ALESSANDRIA – RENATE 2-0

ALESSANDRIA (3-5-2): Pisseri; Prestia (16′ st Bellodi), Di Gennaro, Sini; Parodi, Casarini, Gazzi (16′ st Giorno, 28′ st Bruccini), Di Quinzio (32′ st Chiarello), Celia (38′ st Mustacchio); Eusepi, Arrighini. A disposizione: Crisanto, Cosenza, Corazza, Macchioni, Mora, Rubin, Stanco. All. Longo

RENATE (3-5-2): Gemello; Anghileri, Silva, Possenti; Merletti, Galuppini (22′ st Giovinco), Kabashi (46′ st Lakti), Rada, Esposito (5′ st Marano); Maistrello, Nocciolini. A disposizione: Bagheria, Langella, Santovito, Magli, Vicente, Burgio. All. Diana

ARBITRO: Sig. Ricci di Firenze (Sig. Meocci di Siena – Sig. Licari di Marsala; Sig. Emmanuele di Pisa)

RETI: 30′ aut. Possenti, 19′ st aut. Merletti

NOTE: Giornata soleggiata e molto ventosa, terreno di gioco in buone condizioni. Nessun espulso, ammoniti Prestia, Gazzi, Giorno (A), Merletti, Esposito, Giovinco, Kabashi (R). Calci d’angolo: 2-2. Recupero: 1′ pt + 3′ st

ALESSANDRIA – Disco rosso per le pantere al “Moccagatta”. I ragazzi di Aimo Diana vengono sconfitti dai grigi, che pur senza strafare approfittano di due rocambolesche autoreti per acciuffare tre punti pesanti. La prima alla mezzora del primo tempo, quando sul cross basso da sinistra di Celia, Possenti anticipa Arrighini ma con la punta del piede manda fuori causa Gemello. Poco altro da segnalare nella prima frazione, se non l’episodio dubbio al 42′, quando sugli sviluppi di un corner Maistrello viene trattenuto in area. Per Ricci il fallo viene commesso prima dal centravanti nerazzurro.

Nella ripresa, con l’inserimento di Marano avviene il passaggio al 4-3-3 visto lunedì contro il Novara. Pantere molto più propositive ma poco pungenti, ed è una ficcante ripartenza alessandrina a far calare il sipario. Arrighini va sul fondo e crossa per la testa di Celia, Merletti è sulla traiettoria e per Gemello non c’è ancora nulla da fare. Sotto di due reti, e con poche energie rimaste in corpo, per i nerazzurri il recupero somiglia ad un Everest da scalare. Ci prova Giovinco con uno splendido assolo al 31′, palla sul fondo ed ultimo brivido al “Moccagatta”.

Lunedì pomeriggio Renate che torna in casa per la sfida alla Pergolettese: l’emergenza Covid che ha colpito il club cremasco rende tuttavia il match sempre più a rischio. Si attendono notizie ufficiali nelle prossime ore. Qualora ci fosse il rinvio d’ufficio, nerazzurri di nuovo in campo domenica 28 marzo nel derby di Gorgonzola contro la Giana Erminio.

Giovinco non sbaglia, le pantere strappano un successo importante!

By on 15 Marzo 2021

 

RENATE – NOVARA 1-0

RENATE (4-3-3): Gemello; Anghileri, Silva, Damonte (9′ st Possenti), Esposito (41′ st Santovito); Kabashi, Ranieri (41′ st Merletti), Rada; Galuppini, Nocciolini (41′ st Maistrello), Giovinco (28′ st Marano). A disposizione: Bagheria, Magli, Vicente, Lakti, Burgio. All. Diana

NOVARA (4-2-3-1):  Lanni; Corsinelli, Migliorini, Pogliano, Colombini; Schiavi, Collodel; Zunno (30’st Gonzalez), Panico, Piscitella (10’st Rossetti); Lanini (23’st Malotti). A disposizione: Desjardins, Bove, Buzzegoli, Lamanna, Bellich, Cisco, Hrkac, Pellegrini, Bortoletti. All. Banchieri

ARBITRO: Sig. Angelucci di Foligno (Sig. Piazzini di Prato – Sig. Ciancaglini di Vasto; Sig. Kumara di Verona)

RETE: 30′ Giovinco

NOTE: Giornata mite e soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni. Nessun espulso, ammoniti Ranieri, Damonte, Esposito (R), Panico, Pogliano, Schiavi (N). Calci d’angolo: 4-3 Renate. Recupero: 1′ pt + 5′ st

MEDA – Dopo un mese e mezzo esatto, il Renate torna a vincere al “Città di Meda”, e lo fa piegando di misura il Novara grazie al quarto gol in campionato di Giuseppe Giovinco. Anche una rete (molto dubbia…) annullata al dieci nerazzurro, tra i protagonisti del sedicesimo successo in campionato. Ecco le fasi salienti del match valido per la 30^ giornata.

3′: Renate subito ad un passo dal vantaggio. Splendida la palla di Giovinco per Nocciolini, che si fa largo bene in area ma con il sinistro manda la palla a fil di palo. Lanni non avrebbe potuto nulla…

5′: Si mette in proprio Galuppini. Il 14 parte largo a destra, salta un paio di avversari e scarica un sinistro che Lanni blocca sicuro a terra.

27′: Galuppini cerca il gol su punizione, Lanni si salva praticamente con un bagher volleystico!

30′: GOL RENATE! Nocciolini combatte per un pallone che sembra spegnersi a fondo campo, sradicandolo di astuzia dai piedi di Migliorini. Uno sguardo al centro e assist perfetto per il tocco ravvicinato di Giovinco.

35′: Piazzini annulla il 2-0 firmato Giovinco! Missile di Kabashi dai 20 metri che Lanni non trattiene, il 10 ribadisce di prepotenza in rete ma l’assistente alza la bandierina.

40′: Punizione invitante calciata da Giovinco, Silva di testa vicino al raddoppio. Bravo a Lanni a rifugiarsi in angolo. Sul corner calciato da Galuppini, Silva anticipa ancora tutti ma non inquadra lo specchio di porta.

46′: Angelucci manda le squadre negli spogliatoi. Renate avanti con pieno merito, e forse l’1-0 sta anche stretto alle pantere…

54′: Problemi muscolari per Damonte che non ce la fa. Possenti lo rileva, mentre in casa azzurra Rossetti prende il posto di Piscitella.

55′: Galuppini imprendibile entra in area e scarica a Nocciolini. Destro altissimo per l’ex Samb.

66′: Il rinvio di Gemello diventa un assist potenziale per Nocciolini, ma l’aggancio non è dei migliori, ed il centravanti nerazzurro cerca di sorprendere Lanni con un pallonetto troppo “docile”.

68′: Cambio Novara. Esce Lanini, al suo posto c’è Malotti.

71′: Squillo Novara. Rossetti nel traffico si gira rapidamente e costringe Gemello ad un intervento tuttaltro che semplice. Ottimo riflesso del portiere scuola Toro.

73′: Finisce il match (ottimo) di Giovinco, sostituito da Marano.

75′: Cambio in casa azzurra. Zunno, rivelazione delle ultime giornate, lascia il terreno a Gonzalez.

84′: Palo del Novara! Panico da posizione impossibile cerca l’eurogol, ma la sfera si schianta sul montante alla destra di Gemello.

90′: Concessi 5′ di recupero.

95′: GAME OVER, VITTORIA RENATE! Il Novara chiude in attacco, ma il Renate non concede nitide chance agli uomini di Banchieri. Bissato il successo dell’andata (1-2 al “Piola”), pantere che si issano a quota 55, difendendo così la terza posizione e portandosi rispettivamente a – 2 dalla Pro Vercelli e a – 4 dalla capolista Como, che deve però recuperare la gara di Olbia. Prossimo appuntamento giovedì pomeriggio (ore 15.00) al “Moccagatta” contro l’Alessandria.

Dominio senza reti contro la Carrarese!

By on 7 Marzo 2021

 

RENATE – CARRARESE 0-0

RENATE (3-5-2): Gemello; Anghileri, Silva, Magli (7′ st Damonte); Merletti, Galuppini, Ranieri, Kabashi (43′ st Burgio), Rada; Nocciolini (28′ st Giovinco), Maistrello. A disposizione: Bagheria, Santovito, Vicente, Lakti, Possenti, Marano. All. Diana

CARRARESE (3-4-2-1): Mazzini; Pasciuti, Agyei, Ermacora; Pavone, Luci, Schirò, Giudici; Manzari, Piscopo; Infantino (16′ st Marilungo). A disposizione: Pulidori, Bresciani. All. Baldini

ARBITRO: Sig. Miele di Nola (Sigg. D’Apice e Somma di Castellammare; Sig. Lovison di Padova)

NOTE: Serata fredda e umida, terreno di gioco in buone condizioni. Nessun espulso, ammoniti Magli, Kabashi, Merletti (R), Piscopo, Agyei, Ermacora (C). Angoli: 5-4 Renate. Recupero: 1′ pt + 3′ st. Al 31′ Infantino (C) fallisce un calcio di rigore. Gara a porte chiuse.

MEDA – Continua il periodo di poca fortuna delle pantere nerazzurre, che come contro il Pontedera giocano in proiezione offensiva per 90′, senza però riuscire a trovare la giocata vincente. Carrarese pericolosa nel primo tempo, ma Infantino calcia alle stelle un penalty alla mezzora. Di seguito le fasi salienti del match valevole per la 10^ di ritorno del girone A.

1′: Magli anticipa Infantino e l’uscita fuori tempo di Gemello, Piscopo da posizione favorevole non trova lo specchio di porta.. Brividi per i padroni di casa!

13′: Combinazione pregevole nello stretto tra Rada e Kabashi, il 20 nerazzurro entra in area e mette una palla forte e tesa che nessuno riesce a depositare in rete. Si vedono le pantere!

19′: Pasciuti non protegge palla sull’uscita di Mazzini, Maistrello si infila ma da posizione defilatissima conquista il massimo che può, ovvero il primo corner del match.

20′: Ranieri con una palla intelligente per la spizzata di Kabashi, Maistrello scatta in posizione regolare ma “ciabatta” il sinistro appena all’ingresso dell’area di rigore.

30′: Cross da sinistra nel cuore della retroguardia nerazzurra, Miele giudica falloso l’intervento di Magli (ammonito) su Infantino e decreta il penalty in favore degli apuani.

31′: Infantino dagli undici metri spara altissimo!

38′: Galuppini dai 25 metri prende la mira, sfera ad un metro dai pali coperti da Mazzini.

46′: Grande manovra nerazzurra a liberare Galuppini dal limite, sinistro alto sopra la traversa. Grande chance nerazzurra prima del rientro negli spogliatoi.

51′: Corner di Galuppini, sbuca la testa di Magli sul primo palo, palla non distante dal palo alla sinistra di Mazzini.

52′: Primo cambio Renate. Esce Magli, entra Damonte.

54′: Nocciolini calcia a giro con il sinistro, palla che non inquadra lo specchio di porta.

61′: Nocciolini vede Mazzini fuori dai pali e cerca di sorprenderlo con un gran destro di controbalzo che esce di pochissimo. Altra ottima chance per i nerazzurri. Intanto Baldini leva Infantino ed inserisce Marilungo. Unico cambio del match per i gialli carrarini.

73′: Nocciolini lascia il terreno di gioco, lo rileva Giovinco. Renate che passa al 3-4-3.

81′: Punizione velenosissima di Giovinco, Mazzini nel traffico ci mette una pezza concedendo soltanto corner.

84′: Anghileri trova la sovrapposizione di Galuppini, palla dietro per Merletti a rimorchio, piattone murato da Mazzini e chance nitida non concretizzata. L’azione prosegue con Kabashi che cincischia e non riesce a servire Ranieri tutto solo al limite dell’area!

88′: Terzo ed ultimo cambio per il Renate. Esce uno stremato Kabashi, al suo posto c’è Burgio.

90′: Ranieri la mette nel cuore dell’area Carrarese, scontro Maistrello-Mazzini che genera ben più di un dubbio. Secondo Miele, è il totem nerazzurro a commettere fallo sull’estremo difensore. Episodio da rivedere!

93′: Pantere fino all’ultimo secondo a caccia dei tre punti. L’ultimo tentativo porta la firma di Galuppini, ma la punizione da notevole distanza termina alto ed anticipa il triplice fischio del direttore di gara. Renate-Carrarese finisce 0-0. Quarto pareggio nel girone di ritorno, terzo posto consolodato. Con i 52 punti raggiunti, il Renate ha stabilito un nuovo record stagionale in Serie C, con 9 partite ancora da disputare. La prossima lunedì 15 marzo (ore 18.00, diretta Rai Sport) ancora al “Città di Meda” contro il Novara.