Rezzato in palla, le pantere salutano la Coppa Italia

rGenzz6A

By on 29 luglio 2018

 

RENATE – REZZATO 0-2

RENATE (4-3-1-2): Romagnoli; Caccin (18′ st Frabotta), Teso, Saporetti, Vannucci; Doninelli (18′ st D’Alena), Rada, Rossetti (1′ st Pattarello); Piscopo; Spagnoli, Gomez. A disposizione: Cincilla, De Stefano, Pennati, Rankovic, Castria, Finocchio. All. Brevi

REZZATO (3-5-2): Zanellati; Coly, Ruffini, Carminati; Boldini, Giorgino, Geroni, Caridi (33′ st Pedrini), Boschetti; Sodinha (20′ st D’Agostino), Bruno (30′ st Sottovia). A disposizione: Borrelli, Panelli, Caruso, Siniscalchi, Giorgi, Cartella, Pizzamiglio, Paoluzzi, Pedrini. All. Gardano

ARBITRO: Sig. Miele di Torino (Ass. 1 Sig. Gualtieri di Asti, Ass. 2 Sig. Massimino di Cuneo, IV° Uff. Sig. Clerico di Torino)

RETE: 45′ Sodinha, 8′ st Geroni

NOTE: Giornata molto calda e soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni. Nessun giocatore espulso, ammoniti Rada, Spagnoli, Pattarello (RN), Boldini, Ruffini (RE). Calci d’angolo: 4-3 Renate. Recupero: 2′ pt + 3′ st. Spettatori: 250 circa.

MEDA – Un gol per tempo, ed il Rezzato accede al 2° turno di Coppa Italia, dove affronterà la Salernitana. Sodinha e Geroni dipingono la giornata perfetta della corazzata bresciana, che poco ha a che spartire con l’Interregionale. Per il Renate versione baby visto oggi, un k.o. da cui ripartire con ancora maggior impegno e dedizione. Il campionato dista ancora un mese, i margini per la crescita sono pressochè totali.

Esordio ufficiale per il nuovo Renate, guidato da mister Oscar Brevi. Come nella passata stagione, il debutto in Coppa Italia è a domicilio. Ma se a luglio 2017 era toccato al Siracusa, oggi è l’ambizioso Rezzato (Serie D) a cercare di ribaltare i favori del pronostico per guadagnarsi il 2° turno sul campo della Salernitana (domenica 5 agosto). Mister Brevi, per l’occasione, deve fare a meno dello squalificato Simonetti e degli indisponibili Anghileri e Pavan. Il modulo scelto è il 4-3-1-2, con Piscopo ad agire dietro l’intrigante coppia Spagnoli-Gomez. Sono molte le novità nell’undici iniziale, con Teso, Vannucci, Gomez ed il già citato Piscopo a rappresentare la la continuità rispetto alla stagione 2017/2018.

Caldo soffocante al “Città di Meda” per la prima ufficiale della nuova stagione. Renate e Rezzato si affrontano a viso aperto e con pochi tatticismi, seppur su ritmi non certo elevati. Dopo qualche minuto di leggera supremazia nerazzurra, la prima vera occasione la costruisce da solo “Tano” Caridi, che da fermo col destro a giro quasi sorprende Romagnoli. La risposta brianzola scocca alla mezzora, ed è il “Papu” Gomez a strappare applausi con un destro secco dai 25 metri che si abbassa con un pizzico di ritardo e sorvola la traversa. Da bomber a bomber. Ribaltamento di fronte orange, Boldini serve Bruno, destro in corsa a fil di palo. Crescono i bresciani, che al 33′ confezionano la più nitida palla-gol della frazione. Bruno spalle alla porta serve intelligentemente Sodinha, ma la sua conclusione volante viene disinnescata da un prodigio di Romagnoli. L’estremo difensore della Roma è però costretto ad inchinarsi al 45′, quando il missile scagliato da Sodinha spazza via le ragnatele del sette, consegnando il vantaggio al Rezzato. Primo tempo che si chiude con le pantere sotto, servirà una ripresa all’assalto per raddrizzare i conti.

Subito un cambio per mister Brevi, che toglie Rossetti per inserire Pattarello e passare al 4-4-2. La musica però non cambia, anzi. Troppo facile per i bresciani raddoppiare all’8′, con un comodo uno-due tra Geroni e Giorgino che si chiude con il tocco vincente dell’ex Olbia. Renate che sbanda e che al 10′ rischia di incassare il tris. Sodinha con l’esterno vellutato pesca e trova Bruno, destro sul primo palo disinnescato in corner da Romagnoli. La reazione nerazzurra tarda ad arriva ad arrivare, e allora mister Brevi apporta nuovi cambi all’interno dello scacchiere tattico. Formazione ancora più giovane con gli innesti di D’Alena e Frabotta, per il passaggio a 3-5-2. Le pantere però solo in un paio di circostanze vanno vicine a riaprire il match. Prima al 25′ con Spagnoli (destro deviato sopra la traversa), quindi con un bellissimo destro a giro di Piscopo, che dà solo l’illusione dell’1-2. La prima della stagione non porta fortuna alla truppa di mister Brevi, che ora avrà quattro settimane di lavoro per preparare nel migliore dei modi il debutto in campionato, previsto per il 26 agosto.