News Settore Giovanile

19225609_1467724179957976_3994831139629829531_n

Il “rompete le righe” degli Allievi Provinciali 2000 Calcio Renate Giovani

By on 15 giugno 2017

 

RENATE – Ieri sera il definitivo “rompete le righe” per un gruppo storico, cresciuto a dismisura con il passare degli anni grazie alla lungimiranza e alla perseveranza di Giulio Citterio, Responsabile del gruppo Allievi Provinciali 2000 Calcio Renate Giovani. Oltre a lui però, impossibile non citare lo splendido lavoro di mister Fabio Fagotti e del suo staff dirigenziale, rappresentato in primis da Fabio Leo. E’ stato un lungo e appassionante viaggio, all’interno del quale le nostre panterine ci hanno dato tantissimo. Grazie ragazzi, anche voi sarete per sempre parte della nostra storia lunga 70 anni!

locandina per sito

Sta per arrivare l’Open Day A.C. Renate 2017!

By on 12 giugno 2017

 

RENATE – L’A.C. Renate aspetta tutti i bambini nati tra il 2006 ed il 2011, per un Open Day che si terrà nelle seguenti date: sabato 1, lunedì 3, martedì 4 e mercoledì 5 luglio 2017. i nostri super istruttori vi aspettano per farvi divertire, e per farvi conoscere la nostra piccola grande famiglia nerazzurra. Salvatevi le date! Nella locandina qui sotto trovate tutti i dettagli per partecipare!

FullSizeRender (2)

Berretti: beffa quasi allo scadere, Renate vice campione d’Italia

By on 10 giugno 2017

 

RENATE – LIVORNO 0-2

LIVORNO: Romboli, Raimo, Santini, Dilaiti (20′ st Bartolini), Lischi, Vittorini, Folegnani (22′ st Pallecchi), Bardini, Canessa Al. (39′ st Habumuremyi), Cortopassi, Nigiotti. A disposizione: Puccini, Canessa Ax., Bozhanaj, Carlucci, Balleri, De Wit. All. Nappi

RENATE: Stucchi, Bonalume, Mutti A., Busa (20′ st Gulinelli), Gallo, Confalonieri, Roda (9′ st Pizzi), Caferri, Diaferio (1′ st Verderio), Tagliabue, Villa. A disposizione: Turati, Cavuoto, Forno, Citterio A., Mutti L., Gianpietro, Di Benedetto. All. Citterio S.

ARBITRO: Sig. Dionisi di L’Aquila (Sig. Tribelli – Sig. Badoer di Castelfranco Veneto)

RETE: 46′ st Bardini, 51′ st Pallecchi

NOTE: Giornata molto calda e soleggiata, terreno in buone condizioni. Nessun giocatore espulso, ammoniti Bardini (L), Bonalume (R). Calci d’angolo: 9-3 Livorno. Recupero: 0′ pt. + 6′ st

PRATO – Nulla da fare. Nell’atto che assegnava lo Scudetto Berretti 2016/2017, il Livorno si aggiudica il titolo con un 2-0 buguardo, maturato dopo il 90′. Gara vibrante, piacevole, in cui le duellanti hanno spartito un tempo a testa. Più ficcanti i toscani nei primi 45′, decisamente più vivaci e pericolosi i nostri ragazzi nel secondo tempo, dove si avvertiva la sensazione di poter piazzare la zampata vincente. Ed invece, Bardini prima, e Pallecchi poi, mettono il sigillo sulla finale. Amarezza e lacrime in casa nerazzurra, ma anche la consapevolezza di aver dato tutto, costruendo una stagione-capolavoro in cui nessuno avrebbe scommesso non più tardi di due mesi fa. “Siamo orgogliosi di questi ragazzi – commenta a caldo il Direttore Generale Massimo Crippa – che hanno dato tutto per conquistare un titolo così prestigioso. Nell’ultimo mese sono riusciti a superare ogni ostacolo contro ogni pronostico, questo nessuno potrà mai dimenticarlo“.

In occasione della finalissima, mister Citterio opera un paio di cambi nello scacchiere iniziale. I problemi muscolari accusati nei supplementari della semifinale non permettono a Luca Mutti di essere in campo, al suo posto c’è la duttilità di Bonalume. A centrocampo la sorpresa è Roda (l’escluso di turno è Verderio) sull’out di destra, con Villa dirimpettaio sul versante opposto. Peso dell’attacco sulle spalle di Diaferio, a dir poco decisivo nella semifinale contro il Catania.

Si gioca in un caldo a tratti asfissiante, ed i ritmi – uniti alla logica tensione – sono inevitabilmente bassi. Nei primi 10′ Livorno e Renate si studiano e si prendono le misure, lasciando poco, anzi pochissimo allo spettacolo. Il primo squillo è labronico, ed arriva al 21′, quando sul sinistro dal limite di Bardini, la deviazione di Bonalume fa schizzare il pallone sulla base del palo e quindi sul fondo. I nerazzurri non si fanno intimorire, ma allo stesso tempo non riescono a pungere, almeno fino al 32′, quando i ragazzi di Citterio orchestrano la miglior azione dei primi 45′ di gioco. Roda con il lungo linea per Diaferio, cambio gioco a sinistra per Villa, il cui cross a centro area è un invito per l’accorrente Confalonieri, che di testa pizzica la traversa, pareggiando il conto dei legni. La risposta amaranto arriva 180” dopo. Folegnani è imprendibile a sinistra, la sua discesa culmina con il cross basso per l’accorrente Canessa, che costringe Stucchi ad allungarsi per deviare la sfera e mantenere inviolata la porta. Ultima nota del primo tempo, la velenosa conclusione dal limite di Confalonieri, con Romboli che non azzarda la presa a terra e concede il primo tiro dalla bandierina ai brianzoli. Tutto sommato però, più Livorno che Renate nella prima metà della finale, ma il punteggio rimane inchiodato sullo 0-0.

Al rientro in campo, c’è subito un cambio in casa nerazzurra. A sorpresa, è Diaferio ad abbandonare il campo, al suo posto c’è Verderio. Tutto confermato in casa Livorno. Sono proprio gli amaranto a provare ad aggredire, ma in sostanza non succede nulla fino al 9′, quando Citterio decide di utilizzare ulteriori risorse fresche, con Pizzi che rileva Roda. Se il primo tempo aveva offerto emozioni con cadenza regolare, nmella ripresa bisogna aspettare il 23′ per la prima emozione. Bravissimo Pizzi, che fa tutto da solo, entra in area e col sinistro scalda i guantoni di Romboli. In precedenza, un problema muscolare aveva messo k.o. Busa, sostituito da Gulinelli, match winner nei Quarti a Modena. Livorno che rischia, ma che allo stesso tempo spreca tutto un giro di lancette dopo. Sugli sviluppi dell’ottavo corner, la sfera arriva sul secondo palo, dove Lischi, clamorosamente, manda alto da due passi. Ancora pantere propositive al 27′. Stavolta Pizzi trova il corridoio giusto per Tagliabue, che non riesce però a dare potenza al suo diagonale. Solo Renate al “Lungobisenzio”: il gruppo di Citterio sembra averne di più, ed il Livorno non riesce più ad imbastire la minima ripartenza. Al 40′, sugli sviluppi di un corner, la palla sfila lungo l’intera riga di porta e arriva nei pressi di capitan Villa, che non trova però la coordinazione per schiacciare di testa in rete. E’ l’ultima vera occasione, prima dell’atroce beffa. Al 46′ è Bardini l’eroe livornese, il giocatore più lesto a risolvere una mischia nel cuore dell’area piccola. Il suo colpo di testa annichilisce le panterine, che nei sei minuti di recupero provano l’assalto all’arma bianca, trovandosi però un muro di fronte. E allora, nell’ultima azione del match, il contropiede amaranto fa male, con Pallecchi che mette la ciliegina su una torta a noi indigesta. Estasi Livorno, scofitta dolorosa per il Renate, che da domani avrà tutto il tempo per capire la straordinaria impresa comunque compiuta. Una nuova, indimenticabile pagina di storia è stata scritta da un indomito gruppo. Grazie di cuore!

18921835_630285883836111_8421738065986655191_n

Berretti: Catania k.o. ai rigori, è finale!!!!!

By on 8 giugno 2017

 

CATANIA – RENATE 14-15 d.c.r (2-2 d.t.s.)

CATANIA: Spataro, Longo, Pantò, Ferraù, Noce, Bonaccorsi, Maccioni (30′ st Pannitteri), Di Stefano, Napolitano (25′ st Biondi), Rizzo (36′ st Papaserio), Manneh. A disposizione: Manno, Indelicato, Giuffrida, Berti, Condorelli, Florio, Calì, Costantino. All. Bellia (Pulvirenti squalificato)

RENATE: Stucchi, Mutti, Mutti, Busa, Gallo, Confalonieri (30′ st Bonalume), Caferri, Tagliabue (21′ st Pizzi), Diaferio, Verderio (36′ st Citterio), Villa. A disposizione: Turati, Cavuoto, Gulinelli, Forno, Roda, Gianpietro. All. Citterio

ARBITRO: Sig. Cipriani di Empoli

RETI: 11′ Manneh (C), 17′ Gallo (R), 15′ st Maccioli (C), 42′ st Diaferio (R)

SEQUENZA RIGORI: Caferri (R) gol, Bonaccorsi (C) gol, Citterio (R) gol, Di Stefano (C) gol, Pizzi (R) gol, Ferraù (C) parato, Villa (R) gol, Longo (C) gol, Gallo (R) parato, Pantò (C) gol, Bonalume (R) gol, Biondi (C) gol, Diaferio (R) gol, Manneh (C) gol, Busa (R) gol, Noce (C) gol, Stucchi (R) gol, Pannitteri (C) gol, Mutti L. (R) gol, Spataro (C) gol, Caferri (R) gol, Di Stefano (C) gol, Citterio (R) gol, Bonaccorsi (C) gol, Pizzi (R) gol, Pantò (C) gol, Spataro aut. (R), Biondi (C) parato.

PRATO – Dopo una battaglia a dir poco epica, il Renate è la prima finalista del campionato “Dante Berretti” 2016/2017. I ragazzi di Stefano Citterio raggiungono l’atto finale (sabato alle 17 contro la vincente di Livorno – Reggiana) dopo una pazzesca lotteria di calci di rigore. Sono ben 28 calciati da entrambe le formazioni, con gli errori decisivi dell’estremo difensore Spataro (sull’esecuzione di capitan Villa) e di Biondi, che si fa respingere l’ultimo penalty dal solito, immenso Stucchi. Prestazione indimenticabile da parte delle nostre panterine, che ancora una volta dimostrano di avere cuore ed attributi da vendere.

Subito sotto per effetto della grande giocata di Manneh, i brianzoli rimediano in fretta con la zampata sotto misura di Gallo, il più lesto ad approfittare della dormita etnea sugli sviluppi di un calcio d’angolo. E’ un Renate che, dopo il pareggio, prende fiducia e sovrasta il Catania nella prima frazione, che si chiuderà sull’1-1.

La partita è perfettamente equilibrata, e sono ancora i ragazzi di Bellia a trovare la via della rete al minuto 60. Stavolta entra nel tabellino dei marcatori Maccioni, che approfitta del brutto posizionamento della nostra retroguardia per presentarsi davanti a Stucchi e trafiggerlo con un preciso diagonale. Il Catania, successivamente, sciupa un paio di ghiotte occasioni per chiudere il match, ed il Renate, sempre sul pezzo, trova nuovamente la maniera di impattare nel convulso finale. Stavolta, sempre sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina, è Diaferio a trovare il varco per l’inzuccata che significa 2-2 e conseguenti supplementari.

Primo extra time quasi tutto di marca nerazzurra, con Pizzi che manda di poco fuori con un bel diagonale su verticalizzazione di Bonalume, e lo scatenato Diaferio che scalda i guantoni del numero uno catanese con un altro colpo di testa, stavolta spalle alla porta. La stanchezza si fa sentire eccome, ed il secondo supplementare è all’insegna della strenua resistenza per il Renate, che in un paio di circostanze rischia il 3-2. Così non è, bisogna allora attendere i penalties per decretare la prima finalista.

Ed è qui che le panterine dimostrano di avere il ghiaccio nelle vene: solo Gallo si fa repsingere la sua esecuzione, dopo di che è precisione da “cecchini”, con Caferri, Pizzi, Citterio e Villa che trasformano due rigori a testa in un duello che sembra non voler mai finire. Spataro la combina grossa in occasione dell’ultimo rigore brianzolo, convinto di aver ormai respinto il sinistro di Villa, ma la sfera si impenna, carambola proprio addosso all’estremo difensore, per poi depositarsi in rete. Attimi di attesa che paiono infiniti, poi Stucchi indovina l’angolo giusto, e la gioia liberatoria ha inizio.

Una semifinale del genere la si vede davvero raramente, forse per questo è ancora più bello ed emozionante averne fatto parte! ora un venerdì di scarico, poi testa all’appuntamento che, per i ragazzi, lo staff al seguito, e per tutto l’A.C. Renate, non ha davvero precedenti in 70 anni di storia. Manca l’ultimo ostacolo, la gloria è lì, dietro l’angolo…

berre

Berretti: giovedì alle 14,30 la sfida al Catania!

By on 5 giugno 2017

 

PRATO – Sarà Catania – Renate la prima semifinale tricolore del campionato “Dante Berretti” 2016/2017. I ragazzi di Stefano Citterio se la vedranno con gli etnei – i più accreditati per il titolo – alle ore 14,30 di giovedì 8 giugno presso lo Stadio “Lungobisenzio”. A seguire, alle ore 18,30, l’altra semifinale che vedrà opposte Reggiana e Livorno. L’atto finale si terrà nel medesimo impianto sportivo, sabato 10 giugno alle ore 17,00. Ricordiamo a tutti i sostenitori delle pantere nerazzurre, che le due semifinali si potranno regolarmente vedere su Lega Pro Channel – Sportube. Forza ragazzi, crederci ora è più che mai d’obbligo!

20170602_171646

Berretti: ennesimo capolavoro, e ora semifinale Scudetto!

By on 2 giugno 2017

 

FIORANO MODENESE – È un gol in contropiede all’88’ del giovanissimo Federico Gulinelli (classe 2000), peraltro nel giorno del suo 17° compleanno, a consentire al Renate di eliminare il Modena nella gara di ritorno dei Quarti di Finale! Al termine di una vera e propria battaglia, in cui ambo le squadre hanno dato tutto per superare il turno, il Renate ancora una volta ha dimostrato freddezza e compattezza da super squadra, blindando lo 0-1 nei minuti di recupero grazie a due grandi interventi di Stucchi! Applausi a scena aperta per tutti, un cammino così incredibile era davvero al di là di ogni più fervida immaginazione. Ora, dall’8 al 10 giugno saremo di scena a Prato per le semifinali tricolore, dove affronteremo il Catania in un match durissimo ma che affrontreremo con tutta l’intenzione di approdare ad una storica finalissima! Il sogno continua, con pieno merito: siete il nostro orgoglio ragazzi!

Berretti: cuore Renate, doppia rimonta contro il Modena

By on 27 maggio 2017

 

RENATE – Una sconfitta, probabilmente, avrebbe segnato la fine dei giochi. Ed invece, nel match d’andata dei Quartid i Finale del campionato Berretti, i ragazzi di mister Stefano Citterio non mollano fino all’ultimo secondo e portano a casa un pareggio che lascia quasi intatte le chance di qualificazione in semifinale. Il Modena ha fatto vedere di essere una squadra di elevata caratura, sferrando un doppio colpo che avrebbe mandato chiunque al tappeto tra il 5′ ed il 7′ della ripresa. Le pantere nerazzurre però non hanno mai mollato, riuscendo a riaprire le sorti della sfida al 34′ grazie a Riccardo Pizzi. Nel finale, Gatelli rimedia il secondo cartellino giallo e ci costringe a giocare l’extra-time in inferiorità numerica, ma nessuna paura, ci pensa Villa. L’esterno mancino di Concorezzo, come contro il Prato si rivela decisivo allo scadere, ed il suo “timbro” al 95′ smorza l’entusiasmo dei canarini gialloblu, che tuttavia venerdì pomeriggio si giocheranno il passaggio del turno davanti al pubblico amico. Per “riscrivere” la storia, al Renate servirà un’altra impresa!

Ma ecco di seguito i risultati delle altre gare di Quarti di Finale:

Fidelis Andria – Catania 0-2

Como – Reggiana 3-2

Livorno – Juve Stabia 0-1

Berretti: sarà Renate – Modena!

By on 22 maggio 2017

 

FIRENZE – I sorteggi per i Quarti di Finale del Campionato “Dante Berretti” sono stati effettuati. Sulla strada della panterine nerazzurre di mister Stefano Citterio c’è ora il Modena. La gara d’andata verrà disputata in casa sabato 27 maggio alle ore 15,00 presso il Campo Sportivo “Mario Riboldi”, sito in Via XXV Aprile a Renate. In data 2 giugno invece il ritorno a campo invertito nella tana dei canarini gialloblu. In bocca al lupo ragazzi!

18556376_177684649422950_2000413428494650373_n

“Memorial Longoni”: vince l’Inter, grande successo per la manifestazione!

By on 20 maggio 2017

 

RENATE – Grande successo per la 1^ edizione del Torneo Nazionale “Memorial Gian Antonio Longoni a.m”. Lo Stadio “Mario Riboldi” ha visto una fantastica giornata di calcio e divertimento con i piccoli atleti dell’annata 2008. Ad aggiudicarsi il titolo è stata l’Inter, capace di regolare in finale l’Atalanta con un secco 4-0. Sul gradino più basso del podio l’Hellas Verona che si è imposto per 3-1 sul Novara. A seguire Milan, i nostri meravigliosi ragazzi di mister Luca Agnusdei, quindi Cremonese e AlbinoLeffe. Tanti genitori e anche qualche addetto al lavoro hanno seguito con interesse e partecipazione questo evento organizzato dall’A.C. Renate, che verrà sicuramente riproposto anche nella prossima stagione sportiva. Da segnalare anche i premi individuali: Samuele Inacio (Atalanta) eletto miglior giocatore, Andrea Ballone (Inter) ha vinto la speciale classifica capocannoniere, mentre Tommaso Madaschi (Atalanta) ha conquistato il titolo di miglior portiere della manifestazione. Un sentito ringraziamento a tutti i club che hanno preso parte al “Memorial Longoni” e… arrivederci alla prossima stagione!

17523729_610251519179414_645417499711295361_n

Berretti da sogno: prato battuto, ora le Final 8!

By on 20 maggio 2017

 

NIBIONNO – Strepitosi. Non possiamo che usare questo aggettivo per i ragazzi di mister Stefano Citterio, che si qualificano per le Final 8 di categoria! Per vincere il raggruppamento non c’erano calcoli da fare dopo il successo di sette giorni fa dei toscani sulla Maceratese (1-0). Ebbene, grazie alle reti realizzate nella ripresa da Diaferio (79′) e Villa (93′), i nerazzurri hanno schiacciato il Prato, favorito per la qualificazione dagli addetti ai lavori. Grandissima la prova delle nostre pantere, che hanno anche saputo soffrire prima dei 3 punti che valgono… un nuovo capitolo storico di questa società!! Congratulazioni da parte dell’intera famiglia A.C. Renate! E in attesa dei sorteggi (lunedì ore 12)…che il sogno continui…