News Prima Squadra

21751976_1561983837198676_3067052675729823397_n

Renate da impazzire, stesa anche la Reggiana!

By on 24 settembre 2017

 

RENATE – REGGIANA 1-0

RENATE (4-3-3): Di Gregorio; Anghileri, Di Gennaro, Teso, Vannucci (29′ st Mattioli); Simonetti (19′ st Antezza), Pavan, Palma (29′ st De Micheli); Piscopo (19′ st Ungaro), Gomez, Lunetta. A disposizione: Turati, Cincilla, Savi, Makinen, Confalonieri, Finocchio, Musto. All. Cevoli

REGGIANA (4-2-3-1): Facchin; Ghiringhelli, Spanò, Crocchianti (15′ st Rozzio), Panizzi (41′ st Bobb); Bovo (27′ st Riverola), Genevier; Napoli (15′ st Rosso), Cesarini, Carlini; Altinier. A disposizione: Viola, Narduzzo, Cianci, Bastrini, Rocco, Lombardo, Manfrin. All. Menichini

ARBITRO: Sig. Capone di Palermo (Sig. Poma di Trapani – Sig. Cortese di Palermo)

RETE: 42′ Palma

NOTE: Serata mite con cielo sereno, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti Simonetti, Palma (RN), Bovo, Riverola (RG). Calci d’angolo: 7-4 Renate. Recupero: 0′ pt + 3′ st. Spettatori: 600 circa.

MEDA – Dopo Padova e Feralpisalò, anche la Reggiana si deve inchinare ad un Renate sempre più sorprendente. La formazione di Roberto Cevoli gioca una partita di grandissima caratura, esprimendo un calcio effervescente nei primi 45′, per poi reggere l’urto granata in una ripresa di maggior sofferenza. Un successo nitido per i nerazzurri, che si confermano gruppo di talento, ma soprattutto votato al sacrificio. Due caratteristiche che ben si legano, e che spiegano un avvio stagionale da sogno.

Mister Cevoli ha la rosa di fatto al completo per la supersfida contro la Regia, fatta eccezione per capitan Malgrati, comunque sulla strada del definitivo recupero. Confermato praticamente in blocco lo starting eleven di Forlì, con la sola sorpresa di Reno Piscopo dal 1′ nel tridente offensivo. Per lui debutto da titolare in campionato. Cambia modulo la Reggiana di Menichini, reduce dal turno di riposo ma anche dall’amichevole vinta 3-1 sul Prato. Ed è proprio da lì che nasce l’idea del 4-2-3-1, con l’ex Napoli in campo dal 1′ nel tridente che agisce alle spalle di Altinier e che è composto da altri due assoluti calibri per la categoria come Carlini e Cesarini. In difesa, nonostante il rientro di Rozzio, la coppia di centrali è quella vista nella vittoria contro il Modena, ovvero sia Spanò-Crocchianti.

Rispetto reciproco e prudenza. I primi 15′ della gara volano via senza squilli e con due formazioni attente a non esporre il fianco. Più manovriera la compagine granata, che si aggrappa al fosforo di Genevier e alla classe del “mago” Cesarini. Renate sul pezzo, ma capace di far male in ripartenza con la velocità degli esterni Lunetta e Piscopo. Ed è proprio dell’italo-australiano il primo tiro, innocuo, verso lo specchio di porta. Di ben altra portata la staffilata di Pavan alla mezzora, con Facchin a deviare sopra la traversa. Momento più che propizio per le pantere, che nel giro di 60” sfiorano il vantaggio con l’inzuccata di Vannucci (di poco a lato) e la perentoria incornata di Di Gennaro, su cui è reattivo Facchin. Le pantere collezionano quattro corner conseutivi, mentre per i granata è prima, tangibile fase di appannamento nel corso della prima frazione di gioco. Il forcing brianzolo convince per qualità di trame, ed al 41′ ecco un’altra nitida palla-gol: da Gomez a Lunetta, sponda aerea sul secondo palo per Piscopo, che in tuffo di testa non inquadra lo specchio di porta. Poco male comunque, il vantaggio arriva comunque prima del rientro negli spogliatoi. Bravissimo Simonetti nella percussione centrale e nello scarico a Palma, che varca il cuore dell’area granata e con un preciso piatto sinistro fulmina Facchin. Renate avanti, ed è giusto così per ciò che si è visto nella prima parte di gara al “Città di Meda”.

Nessuna variazione negli interpreti di Renate-Reggiana, il secondo tempo può cominciare. Sarebbe normale e lecito aspettarsi una Regia furente al fischio di Capone, ed invece, sono i nerazzurri a farsi apprezzare e a dare la sensazione di poter graffiare negli spazi che gli ospiti, gioco forza, devono concedere. Menichini decide che è il momento di pescare dalla propria panchina, con Rozzio e Rosso in luogo di Crocchianti e Napoli. Mossa che poco dopo effettua anche mister Cevoli, che inserisce in battaglia Ungaro e Antezza. Al 20′ ecco la Reggiana. Rosso, lanciato sull’out di destra, schizza via a Vannucci ma non a Di Gregorio, che mura la conclusione dell’ex Alessandria concedendo solo un corner. Ed è sulla parabola di Genevier che la Reggiana costruisce la miglior palla-gol, con Altinier che incorna alle stelle da favorevole posizione. Spingono i granata alla ricerca del pareggio, il Renate si copre, ma abbassando il baricentro fatica a ripartire. E allora via ad altre due sostituzioni, con Mattioli che rileva il solito affidabile Vannucci, e De Micheli dentro per Palma, autore del preziosissimo gol nerazzurro. Se l’obiettivo era quello di spezzare l’inerzia ospite, il Renate ci riesce, e pure bene, visto che bisogna aspettare il 38′ per rivedere la Reggiana, direttamente su calcio piazzato. Bella la traiettoria inventata da Riverola, ma non quanto basta per beffare Di Gregorio, che si allunga e dice no all’uruguayano. Finale in apnea, ma le pantere sanno soffrire e sono squadra vera, capace di strappare altri tre punti più che lussuosi, che significano secondo posto solitario ad un punto dalla capolista Pordenone.

arbitri5^

#RenateReggiana: la terna arbitrale

By on 19 settembre 2017

 

FIRENZE – Sarà il Sig. Andrea Capone della sezione di Palermo il direttore di gara di Renate-Reggiana, gara valida per la 5^ giornata del girone B di Serie C 2017/2018. Il fischietto siciliano, per l’occasione sarà coadiuvato dal Sig. Lorenzo Poma della sezione di Trapani e dal Sig. Francesco Cortese della sezione di Palermo. In foto le designazioni per tutte le nove gare che si disputeranno tra venerdì 22 e domenica 24 settembre. Ad osservare il turno di riposo è l’Alma Juventus Fano.

renatereggiana

#RenateReggiana: info biglietti Settore Ospiti

By on 18 settembre 2017

 

MEDA – La Società A.C. RENATE comunica che la prevendita della biglietteria relativa al Settore Ospiti, gestita dal circuito BOOKINGSHOW (www.bookingshow.com), è attiva a partire da oggi, lunedì 18 settembre, fino alle ore 19.00 di sabato 23 settembre 2017 (con possibilità di opzione “print at home”).

In riferimento a quanto disposto dalla Lega Pro con la Circolare n. 37 del del 30 marzo 2009 ed alle disposizione impartite dal Ministero dell’Interno inerenti alla vendita dei biglietti “Settore Ospiti”, si comunica quanto segue:

La capienza Settore Ospiti è di n. 803 spettatori, e la vendita dei tagliandi per gli “Ospiti” sarà attivata secondo il protocollo d’intesa tra il Ministero dell’Interno, CONI, F.I.G.C., Lega Serie A, Lega Serie B e Serie C per la stagione sportiva 2017/2018. Il giorno della gara (24 settembre 2017), la Biglietteria Ospiti rimarrà chiusa.

I prezzi per le gare di campionato di Serie C  2017/2018 sono:

  • € 11,00 prezzo UNICO (comprensivo dei diritti di prevendita).

I tifosi della A.C. Reggiana 1919 che vorranno acquistare i tagliandi per il match di domenica, potranno recarsi al seguente punto vendita:

  • MERIDIAN TRAVEL di Zeidan Amal , Corso Garibaldi 25/A – Reggio Emilia
  • Edicola Tricolore snc di Ganzerla Giuseppina e Lugli Gianluca , Via Regina Margherita 20 – Reggio Emilia
  • Spazi Di Viaggio Sv , Viale Matteotti 25/1 – Rubiera
  • CENTRO VIDEO TARONI , Via Mazzini 21 – Scandiano

Entrata per i Supporters Ospiti allo Stadio “Città di Meda” situata in Via Vignazzola a Meda (MB), fermo restando provvedimenti di prescrizione della Prefettura di Monza.

Si invita pertanto la Società A.C. Reggiana 1919 a divulgare tramite stampa locale o canali che riterrà opportuni, quanto riportato sopra, al fine di sensibilizzare i propri sostenitori.

20170122_165756

#ModenaRenate 0-3: parlano mister Cevoli e Dario Teso

By on 16 settembre 2017

 

FORLI’ – Mister Roberto Cevoli incontra la stampa locale dopo il tris che i suoi ragazzi hanno “somministrato” al Modena. Con questo successo, il Renate aggancia temporaneamente al comando Pordenone e Vicenza

 

https://www.facebook.com/pg/acrenatecalcio/videos/?ref=page_internal

 

Il gol del punto esclamativo, oltre alla solita, solida prova nel cuore della difesa. Il nostro Dario Teso (in foto archivio) parla al termine di Modena-Renate (0-3).

 

https://www.facebook.com/pg/acrenatecalcio/videos/?ref=page_internal

 

spal-ren-61

Il Renate torna a splendere, è tris al Modena!

By on 16 settembre 2017

 

MODENA – RENATE 0-3

MODENA (3-5-2): Manfredini; Ambrosini (1’ st Badjie), Polverini, Sosa; Calapai, Giorno (1’ st Louzada), Carraro, Capellini (17’ st Momentè), Popescu; Maritato, Galuppini (22’ st Castagna). A disposizione: Chiriac, Remedi, Arcaleni, Persano, Aldrovandi, Garofalo. All. Capuano

RENATE (4-3-3): Di Gregorio; Anghileri, Di Gennaro (33’ Mattioli), Teso, Vannucci; Simonetti, Pavan, Palma (28’ st Antezza); Ungaro (13’ st Finocchio), Gomez (28’ st Musto), Lunetta (29’ st Piscopo). A disposizione: Cincilla, Savi, Mäkinen, De Micheli. All. Cevoli

ARBITRO: Sig. Carella di Bari (Sig. Segat di Pordenone – Sig. Miniutti di Maniago)

RETI: 3’ Lunetta, 8’ st Gomez, 26’ st Teso

NOTE: Giornata mite con cielo coperto, terreno di gioco in buone condizioni. Nessun giocatore espulso, ammoniti Giorno (M), Lunetta, Anghileri (R). Calci d’angolo: 5-2 Modena. Recupero: 3’ pt + 3’ st

FORLÌ – Se c’era bisogno di dare una risposta dopo il passo falso con l’AlbinoLeffe, il Renate non si è fatto cogliere impreparato, strapazzando il Modena – alla prima con Eziolino Capuano dopo 4 mesi di squalifica – e salendo a quota 9, per effetto del terzo successo (secondo per 3-0) che nobilita ancor di più un avvio stagionale da applausi. Apre Lunetta, nel mezzo il solito guizzo di Gomez (a cui è stato pure annullato un gol regolarissimo), e per finire l’incornata di Teso, che mette il punto esclamativo su un match interpretato alla perfezione dal gruppo di Roberto Cevoli.

Nella seconda trasferta di questo primo scorcio di campionato – si gioca a Forlì per l’inagibilità del “Braglia” di Modena – mister Cevoli deve ancora rinunciare a Malgrati, ma può contare sull’effettivo recupero di Ungaro, schierato dal 1’ nel tridente completato dai “soliti” Gomez e Lunetta. Nessuna novità invece nelle altre zone del campo, per 10/11 è la stessa formazione battuta di misura dall’AlbinoLeffe. In casa gialloblu nessuna variazione: gioca lo stesso undici di partenza visto anche nel derby contro la Reggiana.

Mister Capuano predica aggressività sin dall’uscita dagli spogliatoi, ma a colpire a freddo sono le pantere, che dopo nemmeno 3’ sparigliano le carte. Favolosa la verticalizzazione d’esterno di Pavan, freddo Lunetta nel battere Manfredini con un piatto mancino sul primo palo. Insomma, inizio coi fiocchi per i brianzoli, che possono così indirizzare la sfida sui binari preferiti. Colpiti i canarini gialloblu, che usano le maniere forti in più di un’occasione per cercare di innervosire un Renate padrone del campo. A conti fatti, all’interno dei 90’, Di Gregorio quasi non sporca i guantoni, a dimostrazione di quanto alta sia stata la concentrazione dei nerazzurri, che al 33’ perdono però Di Gennaro, colpito da una gomitata appena sotto l’arcata sopraccigliare. Carella non vede, il Modena si salva ed è addirittura graziato pochi minuti dopo, quando sul perfetto cross di Mattioli, Gomez salta più in alto di Polverini e Manfredini, trovando il fondo della rete. Esultanza strozzata sul nascere, rete invalidata per un presunto fallo del bomber di Vico Equense, che in realtà non tocca nessun avversario. Avrebbe potuto essere essere un colpo letale per i padroni di casa, che rimangono invece aggrappati alla partita all’intervallo lungo.

Dal 3-5-2, al 4-3-3. Capuano non ci sta e vara un Modena a trazione anteriore con gli ingressi di Badjie e soprattutto Louzada. Spingono i canarini in avvio di ripresa, ma le pantere sono sempre compatte e ben disposte in campo, capaci di mantenere sempre le giuste distanze  tra i reparti. E quando il Modena pasticcia, in agguato c’è il nostro “Papu”. Polverini appoggia in malo modo verso Sosa, Gomez capisce tutto, ruba la sfera e con il sinistro pesca il palo più lontano con una conclusione chirurgica. E’ un raddoppio meritato, che piega quasi definitivamente la resistenza gialloblu. Gara in discesa per la truppa di Cevoli, che può pescare dalla panchina e buttare risorse fresche in campo. Finocchio rileva Ungaro, e proprio dal suo tiro dalla bandierina, Teso sul secondo palo impatta di testa e scavalca l’estremo difensore, calando il tris che fa partire i titoli di coda con largo anticipo. L’ultimo quarto d’ora è accademia nerazzurra, con Piscopo che al 38’ reclama – a ragion veduta – un penalty per il maldestro intervento di Polverini. Il Modena prova quanto meno a rendere meno pesante il passivo, ma Louzada al 43’ non capitalizza, rendendo i 3’ extratime ancora più al sapore di camomilla. Torna a vincere e a convincere a pieno il Renate, che domenica sera al “Città di Meda” riceverà la Reggiana dell’ex Aiman Napoli, altra big di questo girone B.

MODEREN

Modena-Renate a porte chiuse

By on 14 settembre 2017

 

FIRENZE – La Lega ha preso atto del provvedimento del Prefetto di Forlì del 13 settembre 2017 con il quale dispone lo svolgimento della gara indicata in oggetto in assenza di spettatori per motivi di ordine e sicurezza pubblica.

Pertanto tale gara, in programma sabato 16 settembre 2017 presso lo Stadio “Tullo Morgagni” di Forlì, con inizio alle ore 14.30, verrà disputata a porte chiuse.

modena

Ufficiale: contro il Modena si gioca sabato pomeriggio a Forlì

By on 13 settembre 2017

 

FIRENZE – Attraverso il Comunicato Ufficiale n. 24 diramato poco fa, la Lega Serie C ha disposto l’anticipo del match Modena-Renate. La gara, valevole per la 4^ giornata d’andata del girone B, originariamente programmata per domenica 17 alle ore 14,30 presso Stadio “Braglia” di Modena, verrà invece disputata al medesimo orario sabato 16 settembre, presso lo Stadio “Tullo Morgagni” di Forlì, che ha già ospitato i gialloblu di mister Capuano una decina di giorni fa in occasione della sfida contro il Vicenza.

4^ GIIOR

#ModenaRenate: la terna arbitrale

By on 12 settembre 2017

 

FIRENZE – Sarà il Sig. Luigi Carella della sezione di Bari il direttore di gara di Modena-Renate, gara valida per la 4^ giornata del girone B di Serie C 2017/2018. Il fischietto pugliese, per l’occasione sarà coadiuvato dai Sig.ri Mattia Segat della sezione di Pordenone e da Thomas Miniutti della sezione di Maniago. In foto le designazioni per tutte le nove gare che si disputeranno domenica 17 settembre. Ricordiamo che ad osservare il turno di riposo è la Reggiana, prossima avversaria di scena al “Città di Meda” il 24 settembre alle ore 18,30.

spal-ren-46

Renate imbavagliato, arriva il primo passo falso…

By on 10 settembre 2017

 

RENATE – ALBINOLEFFE 0-1

RENATE (4-3-3): Di Gregorio; Anghileri, Di Gennaro, Teso, Vannucci; Simonetti (16′ st Piscopo), Pavan, Palma (44′ st Antezza); Finocchio (33′ st Mattioli), Gomez, Lunetta (44′ st Musto). A disposizione: Turati, Cincilla, Savi, Mäkinen, Confalonieri, De Micheli. All. Cevoli

ALBINOLEFFE (3-5-2): Coser; Zaffagnini, Gavazzi (42′ st Gusu), Scrosta; Gonzi, Agnello, Di Ceglie, Giorgione, Cortellini (33′ st Mondonico); Ravasio (20′ st Colombi), Kouko. A disposizione: Esposito, Sibilli, Nichetti, Coppola, Gelli, Zucchetti. All. Alvini

ARBITRO: Sig. Rutella di Enna (Sig. Fraggetta di Catania – Sig.na Bovini di Ragusa)

RETE: 12′ st Agnello (A)

NOTE: Serata mite con abbondanti precipitazioni piovose, terreno di gioco in buone condizioni. Espulso Kouko (A) al 46′ pt per condotta violenta, ammoniti Palma, Di Gennaro (R). Calci d’angolo: 8-2 Renate. Recupero: 3′ pt. + 5′ st. Spettatori: 250 circa.

MEDA – Niente tris per il Renate. Le pantere nerazzurre, dopo aver incantato nelle prime due uscite, vengono sconfitte di misura da un cinico AlbinoLeffe, capace di compiere il blitz nonostante tutto il secondo tempo giocato in inferiorità numerica. I ragazzi di Cevoli hanno fatto vedere il loro calcio solo per alcuni tratti del primo tempo, salvo poi cedere di schianto dopo il gol-partita timbrato da Agnello. Un passo falso condizionato anche dalla sfortuna, ma che deve fungere da indispensabile tappa nel processo di crescita e maturazione.

Si torna a casa per il secondo match serale di questo avvio di stagione. Dopo il Padova al debutto, ecco al “Città di Meda” un AlbinoLeffe desideroso di riscatto dopo lo 0 in casella nei primi 180’ di campionato. Mister Cevoli, per l’occasione è privo di Malgrati e Ungaro, fermato da una contrattura al polpaccio. Sono due le novità nell’undici nerazzurro: a centrocampo Pavan torna in cabina di regia dal 1’, con Antezza che gli fa spazio, mentre davanti Finocchio – largo a destra – completa il tridente formato da Gomez e Lunetta. In casa celeste, ancora assenti Montella (per problemi al ginocchio) e Sbaffo (squalificato), ma alla lista di indisponibili si è aggiunto anche l’estremo difensore Cortinovis, vittima di una frattura alla mano. Il modulo base è il 3-5-2, con Giorgione che però ha il compito di giocare tra le linee a supporto di Kouko e Ravasio. Tra gli ex di questo match troviamo Anghileri da una parte e Gavazzi dall’altra.

Buona la partenza dei brianzoli, che al 3′ vanno vicini a colpire. Finocchio pesca Simonetti sull’out di destra, la mezzala classe ’96 si invola a tu per tu con Coser, ma al momento di calciare la sfera gli rimane dietro, con Scrosta poi decisivo nel concedere solo un corner. Poco più tardi, al 5′, Lunetta mette al centro un pallone invitante per Simonetti, il cui piatto destro in corsa viene respinto da Coser. Altro angolo, Renate convincente in avvio. L’AlbinoLeffe però non sta a guardare, e all’8′, su una bella discesa a destra di Gonzi, la sfera sfila sul secondo palo, dove Giorgione fallisce il tap-in vincente. Partita vivace, gradevole, con i due undici a lottare a viso aperto e pronti a ribattere colpo su colpo. Al 17′ è clamorosa la traversa colpita da Di Gennaro, che sul corner calciato da Palma svetta più in alto di tutti ma senza fortuna. Altra folata nerazzurra al 19′, con Gomez che scalda i guantoni di Coser con una violenta staffilata dai 25 metri. AlbinoLeffe che stringe i denti e che con il passare dei minuti concede meno campo alla truppa di Cevoli, sfiorando il gol al 32′ con l’inzuccata di Gavazzi che gonfia la rete… esterna. Finale di frazione in crescendo per i giallorossi bergamaschi, che al 36′ pungono ancora con il destro di Gonzi bloccato a terra da Di Gregorio. Quando il primo tempo sembra chiudersi senza colpi di scena, a recupero iniziato Kouko, a gioco fermo, calcia il pallone addosso a Pavan, guadagnandosi il rosso diretto. AlbinoLeffe dunque costretto a giocare la ripresa in inferiorità numerica, ma al “Città di Meda” intanto è 0-0 all’intervallo lungo.

Nessuna variazione al rientro in campo, con i seriani costretti a giocare in inferiorità numerica (e col 5-3-1) per via dell’ingenua espulsione di Kouko. Ci si aspetta un lungo assedio nerazzurro, ed invece, solo al 9′ si fanno vivi i padroni di casa, con la percussione centrale di Simonetti e la conclusione a mezza altezza che Coser smanaccia in angolo. Quando il Renate sembra pronto per prendere definitivamente in mano le redini del gioco, a colpire sono gli uomini di Alvini, che trovano il vantaggio sugli sviluppi di una palla inattiva. La parabola di Giorgione buca il cuore dell’area, Agnello ben appostato sul secondo palo deve solo spingere in rete. Primo gol subito in campionato dalle pantere, che passano al 4-2-3-1 con l’inserimento di Piscopo. Renate scosso, che reagisce solo a sprazzi, come al 23′, quando la botta di Gomez dal limite sfiora il palo e si spegne sul fondo. Per il resto però, è la frustrazione a prendere il sopravvento, perchè il Renate non riesce ad imprimere il proprio marchio sul match. Manovra compassata e troppe imprecisione, il bunker celeste tiene senza affanno. Stavolta nemmeno i cambi riescono a ribaltare l’inerzia della partita, l’AlbinoLeffe strappa tre punti di incalcolabile peso specifico per lasciare il fondo della classifica. Per Anghileri & Co., prossimo impegno in trasferta sul campo del Modena.

palla2-1024x478-2-732x342

Ecco gli orari delle gare dalla 4^ alla 6^ giornata d’andata

By on 5 settembre 2017

 

FIRENZE – La Serie C ha pubblicato gli orari delle prossime tre gare di campionato, vale a dire 4^, 5^ e 6^ giornata d’andata. Ecco di seguito gli impegni delle nostre pantere nerazzurre:

4^ giornata: domenica 17/09 ore 14,30 Modena – RENATE
5^ giornata: domenica 24/09 ore 18,30 RENATE – Reggiana
6^ giornata: domenica 1/10 ore 14,30 Triestina – RENATE